Luz de las Escrituras/ OM pūrṇamadaḥ pūrṇamidaṁ…

L'insegnamento del mantra di pienezzapūrṇa'. Traduzione e commento di David Rodrigo (Āchārya Jijnāsu), insegnante tradizionale dell'Advaita Vedānta.

Scritture

ॐ पूर्णमदः पूर्णमिदं पूर्णात्पूर्णमुदच्यते।

Puranasay Pooranamadaya puranamevavasishayate.

Oṃ śāntiḥ Sanatih śāntiḥ | |

OM pūrṇamadaḥ pūrṇamidaṁ pūrṇātpūrṇamudacyate.

Pūrṇasya pūrṇamādāya pūrṇamevāvasiṣyate.

OM śāntiḥ śantiḥ śāntiḥ |.

Che (La Existencia primera, El Ser, la realidad suprema, la Verdad) Es Pleno 'pūrṇa' (infinito, illimitato, indivisibile). Questo (proprio essere, questa realtà che noi percepiamo come mondo) È pieno, [perché] risulta completamente piena. Quando il cuore è dissolto nella versione completa (ciò che percepiamo come morte)sicuramente i resti di cuore (non morire).

OM śantiḥ ´paz´ śāntiḥ śāntiḥ (nella mia mente), ´paz´ (nelle mie condizioni, rapporti), ´paz´ (nella divinità e forze della natura).

"Che (La Existencia primera, El Ser, la realidad suprema, la Verdad) Es Pleno 'pūrṇa' (infinito, illimitato, indivisibile)"."- La prima esistenza è infinito, senza limiti, perché c'è la propria natura, esiste di per sé, senza aver avviato, senza stato creati da qualsiasi previa un'altra esistenza. Non si tratta di esistenza come conseguenza di tutto ciò. Non si tratta di nessun effetto, ma che esiste perché la sua natura è così: esistenza.

Che esiste di per sé, senza stati creati, senza aver iniziato o Nato, è gratuito, senza distruzione. Tutto nasce, muore. È una legge della vita. Tutto è creato, è appena stata distrutta. È solo una questione di tempo. Ma che cosa non Nato, che non è stato creato, non esiste o è esistenza eterna. Questo è il principio di tutto: l'esistenza eterna, infinita, senza limito.

-Beh, e cosa ha a che fare con me?

Che sei. Sei davvero quella pienezza dell'esistenza prima. "Voi e tutto ciò che sente con i sensi e la mente-corpo - cuore è veramente infinita, piena di esistenza:"Questo (proprio essere, questa realtà che noi percepiamo come mondo) è piena."

-Com'e ' possibile? Perche '?

"[Perché] completamente emerge come completo."- Quello che sorgerà dall'esistenza, niente di più? La non-esistenza? Non puo ' succedere mai. Ciò che emergerà dall'esistenza infinita, senza parti? L'esistenza finita, con parti? Non puo ' succedere mai.

In primo luogo, che non c'è nessuna causa, perché la loro natura è esistenza, è solo esistenza. Non è esistenza e contemporaneamente non-esistenza, perché entrambi sono opposti, sono auto-negarían per essere negata l'esistenza o la non-esistenza, a seconda di quale potere era più potente. Tutti sanno che ´yo existo´. Pertanto, l'esistenza esiste, prevale.

La prima esistenza è unica esistenza, senza parti. Cioè, non ha parti di non-esistenza, perché essi sono in conflitto e nessuna parte di ogni altra cosa, qualsiasi valore diverso dall'esistenza.

Come facciamo a sapere che l'esistenza prima non ha parti per qualcos'altro, qualcosa di diverso dall'esistenza?

Perché così, Dillo a noi i grandi saggi o esseri realizzati, di tutti i tempi e luoghi, coloro che sono andati alla stessa fonte di vita, di essere, parlano dell'esistenza singola, senza modifiche, con niente di più, cui esperienza in sé, senza oggetti assoluta pienezza.

Modo non spiegare la scrittura che provengono direttamente da questa esperienza: il Upaniṣhads (Vedas, Vedanta) e suoi derivati, Bhagavad Guītā, Yoga Sutra, Brahma Sutra, ecc. Queste Scritture spiegano non solo l'esperienza di grandi saggi/ACE e santos/ACE, ma anche il metodo secondo cui tutto il mondo diventa l'esperienza diretta dell'esistenza e della vista, in sé stessa, non c'è nessun niente più. Fine di dubbi e confusione. Solo il tuo diretto e permanente, illuminato, consapevole e volontaria di te, del tuo vero essere, esperienza solo una volta per tutte con suoi dubbi, perché non esiste alcuna alternativa, perché non c'è niente più che essere.

Ma per farlo deve essere seguita ha rivelato metodo scrittura correttamente - che richiede praticamente sempre una trasmissione tradizionale, di insegnante competente al discepolo/competente - e con tutto il tuo essere, che richiede la vostra devozione, amore e sicurezza, nel metodo e in te stesso / a.

In caso contrario, l'esistenza è sperimentato in ritardo. Quindi soffrire, speranza, paura, odio, degeneramos e morire.

-Se l'esistenza è uno e infinito, come è possibile che nessuno o quasi nessuno lo riconosce?

Perché il tuo strumenti per vedere (scoprire, vivere, sentire) non sono in buone condizioni. Così sono e riconoscere l'esistenza di piena che si è, cioè, è necessario purificare e coltivare i vostri strumenti di percezione con la luce delle Scritture della conoscenza totale, che è liberatorio.

Il tuo infine è distratto dai colori degli oggetti esterni percepiti i vostri sensi e il tuo corpo. Quindi non puoi mai sapere la verità, nessun oggetto, cioè, si è, che brilla sul proprio.

Appena si cammina lontano dalla dipendenza esterna e concentrare il tuo dentro di te, invariabilmente sentirsi finalmente pace, ha detto. È lei. Questa è la verità. Si staccano anche da quell'esperienza di ´yo sono sperimentare la pienezza della ser´, lasciarsi andare senza più, senza paura o aspettative, e tu sei solo ciò che è ed essere auto-reconoce.

- Ma se è, è leggero ed è auto-reconoce e che sono, devo seguire il metodo delle Scritture, ecc.?

Perché non riconoscerti e desidera di riconoscerti.

- E poi cos'è tutto questo, il mondo fatto di molti esseri e cose diverse in costante cambiamento, la nascita e la morte?

Un travisamento dell'esistenza un infinito che si fare perché gli apparecchi sono in uno stato difettoso, come chi nel deserto vede un'oasi che mai in grado di soddisfare la sua sete perché è solo sabbia, o chi ha le cataratte e vede due lune, o che cammina nell'ombra del bos Egli vede un serpente e teme la morte e fugge dove solo c'è una corda, ecc.

Questo travisamento stesso dalla limitazione dei vostri strumenti di conoscenza e l'esperienza è la causa di vedere che qualcosa o qualcuno è nato, agisce, cambia, degenera e muore. La realtà suprema di tutto ciò è l'esistenza infinita, uno, indivisibile, senza cambiamento (advaita)- "Quando il pieno si dissolve nella versione completa (ciò che percepiamo come morte)sicuramente i resti di cuore (non morire)”. Non c'è alcun cambiamento nella realtà ultima. Quali cambiamenti sono i vostri strumenti, il tuo corpo-mente - cuore. E continuerà a cambiare e infine dando l'esperienza di più o meno dolore, adulcerado con briciole di piacere e felicità, finché non si sintonices li con la sensazione del tuo io interiore, profondo e puro e stripping anche quell'esperienza di pura gioia, Si renazcas nell'eternità che è, nella pienezza che sei no più o meno.

Hai fatto quello che dovete fare; compiuto il senso della vita. Non hai nessun niente più raggiungere.

"OM śantiḥ ´paz´ śāntiḥ śāntiḥ" (nella mia mente), ´paz´ (nelle mie condizioni, rapporti), ´paz´ (nella divinità e forze della natura)."-" para que pueda seguir la vía, completamente, con todo mi ser, con amor y luz.

David Rodrigo (Āchārya Jijnāsu)

Luce della scrittura - scuola tradizionale Advaita Vedānta

Formación “Escrituras de Advaita Vedānta y Sāṅkhya-Yoga”

http://luzdelasescrituras.wix.com/escueladevedanta

FORMACIÓN

Escrituras de Advaita Vedānta y Sāṅkhya-Yoga

Estudio, práctica y experiencia de las escrituras originales completas desde la propia tradición oral: Sāṅkhya Kārikā, Yoga Sūtras, Viveka Chūḍāmaṇi, Bhagavad Guītā, Upaniṣhads y Brahma Sūtras

Mokṣha Śhāstra – Ciencia de Liberación: Establecerse en la plenitud de uno mismo y la realidad

En Madrid —

Yoga Shala Alcobendas

http://www.Ashtanga-Yoga-Alcobendas.es

Contatto: annayogashala@gmail.com

A Barcellona-

Ashtanga Yoga Barcellona

http://www.ashtangayogabcn.com

Contatto: info@ashtangayogabcn.com

En Valencia – Gobinde Yoga

También semi-presencial y on-line

PRESENTAZIONE di DAVID RODRIGO (Āchārya Jijnāsu)

David RodrigoSi arrese completamente alla realizzazione del tuo vero essere e la verità da che nel 2008 è andato a Rishikesh, Himalaya, India e ci ha dato con la sua insegnante, Dravidāchārya Rāmakṛiṣṇan Swāmījī (Shastra Nethralaya Ashram, tradizione Advaita Vedānta di Śhaṅkarāchārya).

Ha studiato per sei anni intensi di auto-trasformazione, contemplato, applicato e sperimentato con il Maestro, in un rapporto personale e quotidiano, saggezza esperienziale e libera delle grandi scritture completa e originale delle scuole classiche di spiritualità e filosofia in India (ṣhaḍ-darśhana) e in sanscrito:

-Advaita Vedānta

– Prasthāna Trayī ´Triple Canon´ con el comentario de Śhankarāchārya: Bhagavad Guītā, principales Upaniṣhads y Brahma Sūtras. Éste último con Bhāmatī, el subcomentario de Vāchaspati Miśhra.

– Advaita Siddhi, de Madhusūdana Sarasvatī, parte del Bṛhat Prasthāna Trayī ´Gran Triple Canon´.

– Prakaraṇa granthas (textos secundarios) como Viveka Chūḍāmaṇi, de Śhankarāchārya; Pañchadaśhī, de Vidyāraṇya Muni; Vedānta Paribhāsā, de Dharmarāja Adhvarīndra; Siddhānta-leśha-saṅgraha, de Appayya Dīkṣhita; Dakṣhiṇāmūrti-stotra ´Himno a Dakṣhiṇāmūrti´; Pañcīkaraṇa; Tattva-boddha; o Ātma-jñāna-upadeśha-vidhi.

-Yoga Sutra di Patanjali con commento di Vyāsa, ecc.

– Sāṅkhya Kārikā de Īśhvara Kṛṣhṇa.

-Il resto delle scuole classiche (astika darśhana): Artha-saṅgraha (Pūrva Mīmāṁsā); Tarka-saṅgraha (Nyāya-Vaiśheṣhika).

– Gramática del sánscrito (vyākaraṇa): Laghu-siddhānta-kaumudī, de Varadarāja (simplificación del Aṣhṭādhyāyi de Pāṇini).

Fue iniciado además en técnicas de meditación y su consciencia en la Tradición del Yoga Meditación del Himalaya con Swāmī Veda Bhāratī (Swami Rama Sadhaka Grama Ashram, Rishikesh).

Swami Rama Sadhaka erba Ashram, Rishikesh ha cominciato a trasmettere conoscenza, pratica ed esperienza della scrittura e della meditazione; e coordinato Dhyāna Gurukulam, la scuola tradizionale dell'ashram.

En 2014 la vida le trajo de nuevo a España, donde continúa haciendo disponible la sabiduría, la práctica y la experiencia de estas escrituras universales que vienen de y te conducen a samādhi – la plenitud absoluta de tu propio ser (Consciencia pura, Felicidad, Existencia, libertad), sin vestiduras ni conversiones a lo que no eres.

Altri articoli su
Da • 31 Jul, 2015 • Sección: Testi antichi