Regolamento di esercizi di respirazione, pranayama

Pranayama è la regolazione dell'energia vitale (prana) attraverso la gestione della respirazione. Continuiamo in questa spiegazione, il contenuto di Chiavi di Yoga. Teoria e pratica, il libro accreditato di Swami Digambarananda Saraswati, Danilo Hernández (lepre di marzo).

Pranayama

La parola pranayama è tradotto solitamente in due modi: Prana + yama, che significa "controllo del prana", e prana + ayama, che significa "espansione e detenzione di prana".

Prana è l'energia o forza vitale che permea l'intero universo. È in tutte le cose, se animati o inanimati. Uomo estratte da diverse fonti: aria, cibo, acqua, ecc. Il corpo e la mente funziona attraverso il prana e il processo di respirazione è il modo più diretto di assorbire questa energia, Anche se il prana non è uno degli elementi chimici nell'aria.

Pranayama comprende un insieme di tecniche che migliorano l'assorbimento di ossigeno di respirazione e l'eliminazione di anidride carbonica, aumenti di energia vitale, pulire i canali energetici e stimolano la circolazione pranic. Hanno riferito uno stato di grande calma mentale e grant livelli più profondi della coscienza. Pranayama non dovrebbe essere inteso come un semplice esercizio di respirazione, perché i loro effetti sono molti più distanza, creando equilibrio tra attività interdipendenti del corpo fisico, la mente e l'energia di vita.

La premessa di base

La premessa di base dietro il pranayama è la respirazione e la mente sono intimamente legati. Lo stato di uno colpisce direttamente l'altro. La regolazione della respirazione equilibra il prana e stabilizzato prana mente serena. In questo senso, l'effetto di pranayama è molto più notevole a quello che ha prodotto le asana, uno strumento essenziale per la pratica della meditazione. La pratica del pranayama ottiene tutta la sua forza quando è completato con i bandha e Mudra (gesti chiavi per l'energia e psichico).

Deve essere sottolineato l'importanza di praticare correttamente Questa disciplina. Respirazione interconnessi strutture molto sensibile e sottile. Ogni eccesso, o una pratica difettosa, può portare a complicazioni più che bene. L'assistenza di un istruttore competente è altamente raccomandato.

Il processo di respirazione nel pranayama è costituito da quattro fasi che si verificano con alcuni ritmi: Puraka, Antar Kumbhaka e Rechaka Bahir Kumbhaka.

  • Puraka o ispirazione: processo con cui viene assorbito l'aria all'interno dei polmoni. Porta una sensazione di pienezza e di affermazione di sé.
  • Antar Kumbhaka: fase di ritenzione del respiro con i polmoni pieni d'aria. Produce assimilazione primario di prana e concentrazione diventa più profonda.
  • Rechaka: espirazione o movimento per cui espellere rifiuti di combustione ossigeno-asimilacion. Il corpo è chiaro del tutto che extra. Genera un grande relax e l'espansione del sé interiore.
  • Kumbhaka Bahir: ritenzione del soffio a polmoni vuoti. Una sensazione di vuoto, di equilibrio e di serenità. Durante la sua realizzazione può fermare l'attività del pensiero, che permette un passo avanti rispetto la mente.

Kevala Kumbhaka, porta all'infinito

C'è un altro tipo di ritenzione chiamato Kevala Kumbhaka. È un livello avanzato di pranayama e solitamente accade spontaneamente durante la pratica della meditazione. Si verifica quando la pressione all'interno dei polmoni è uguale alla pressione atmosferica. Respirazione cessa, e i polmoni sono congelati. È un momento di totale pace interiore che permette di trascendere la mente, una porta aperta verso l'infinito.

Il conservazione E la ritmo Essi sono gli aspetti essenziali del pranayama. Si è affermato che la sua pratica regolare suscita il potenziale di cervello dormiente.

Quando pranayama è fatto su base volontaria, non spontanea, riceve il nome di Serluca pranayama. Alcuni metodi conosciuti sono: Ujjayi (respirazione psichica), Bhastrica (soffietto respiro), Shitali (rinfrescante respiro), Nadi Shodhana (respirazione alternata), Kapalabhati (anche considerato un shatkarma, esercizio di purificazione interna).

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su , , , , ,
Da • 26 dicembre 2012 • sezione: Pranayama