Vinyasa Krama Yoga (II): perfetto per la pratica a casa stile

Questo è il secondo di una serie di post in cui ho intenzione di spiegare un po' che cosa è lo Yoga Vinyasa Krama. Il primo prima consegna Ti hanno detto cosa e quali sono i principi fondamentali di questo stile. In questa occasione, vorrei che per il dettaglio si È come una sessione di vinyasa krama e Perché questo sistema è così adatto per la pratica a casa. Scrive Noelia Insa.

Krishnamacharya in Maha Mudra

Come ho detto nel primo articolo, a differenza di altri stili di moda oggi, Vinyasa Krama non dimentica gli aspetti essenziali di yoga come il Pranayama o la meditazione. Voglio dire la pratica delle posture o AsanaDeve sempre essere completata con esercizi di respirazione e tecniche meditative.

È come una sessione di Vinyasa Krama

Mi ricordo che il Maestro Albinodurante la formazione degli insegnanti che hanno partecipato su di lui a Madrid, ha detto che possiamo fare una pratica che consiste solo di pranayama e meditazione, ma mai una sessione che è solo asana.

Così possiamo dividere la classe di Vinyasa Krama in tre parti:

1 pratica di Asana o posture.

In Vinyasa Krama Dieci sequenze di posture principaliuna sequenza di preparazione alla meditazione e varie viseshas o subroutine comuni che si possono praticare in modo indipendente. Tuttavia, all'interno di ogni sequenza trovare sottostringhe, composto da allo stesso tempo da diverse vinyasas e asana (posture e movimenti). Ovviamente, non pratichiamo questo ogni giorno. Quindi quello che facciamo è selezionare ogni giorno di queste sequenze. Così, in un mese, se si pratica ogni giorno, è possibile effettuare ogni sequenza fino a tre volte.

La sessione è strutturata nel modo seguente:

-Uno parte dinamica: Partiamo con il riscaldamento con la sequenza di Tadasana. Scegli uno dei dieci sequenze e pratica molti asana e vinyasas ci permettono ora e la nostra particolare condizione, livelli, ecc. Questa parte può essere tra 20 e 40 minuti.

-Uno parte statica: ci sono quattro asana Albinoseguendo il suo maestro Krishnamacharyaconsiglia di praticare ogni giorno e tenerli per un tempo considerevole. Così, quando abbiamo finito la parte dinamica, offriamo le seguenti posizioni:

  • Paschimottanasana o la posizione del morsetto, per cinque-dieci minuti.
  • Sarvangasana o posizione della vela. Ci stiamo preparando a issare la vela facendo alcune asana prima, come apanasana o Supta carattere. Quindi si sollevare una candela e tenerlo da un cinque-dieci respiri.
  • Sirsasana o stare in piedi sulla testa. Eseguiamo Sirsasanae mantenerla per cinque-dieci minuti. Torniamo di nuovo a Sarvangasana e questa volta lo terremo anche cinque-dieci minuti.
  • Eseguiamo un contrapostura come Bhujangasana o la posizione del cobra, o urdhva dhanurasana o ruota.

Per terminare le posture statiche, pratichiamo Maha mudra, sei respirazioni su ogni lato.

Dopo qualche minuto di riposo in Savasana. Anche la parte statica che abbiamo a che fare 20 a 40 minuti circa.

2 Pranayama

Una volta terminata la sessione di posizioni, facciamo almeno cinque-dieci minuti di esercizi di controllo del respiro.

Questi esercizi possono riunirsi in gruppi di due, si dovrebbe optare per uno o l'altro:

  • La di Kapalabhati, che combina questa tecnica con il di viloma, anuloma, e Pratiloma ujjayi. Se optiamo per questo gruppo, eseguiamo i primo 108 respiri di kapalabhati in tre turni di 36 e dopo cinque minuti di una qualsiasi delle altre tre tecniche. Viloma è più energizzante, Anuloma è rilassante, e Pratiloma
  • La di Bhastrika, Questo è combinato con la tecnica del Nadi sodhana. Anche iniziato con Bhastrika e dopo cinque minuti di Nadi sodhana.

meditazione 3

Per terminare la pratica, ci siamo dedicati Dieci minuti a meditare. Per effettuare questa operazione, sedersi Sukhasana o posizione facile, o in varjasana, sui talloni. È possibile utilizzare qualsiasi tecnica. Maurizio ci ha consigliato la ripetizione di Mantra.

Ci sono molti modi di meditare, ma tutti hanno un scopo comune: cercare di calmare la mente, tenerlo concentrato e ridurre la sua attività. Per mantenere questo approccio, ogni metodo si concentra su qualcosa di diverso:

  • Alcuni utilizzano il respirazione come il fuoco, come meditazione Vipassana (attenzione al respiro nel naso), o il meditazione Zen (attenzione alla respirazione nell'addome).
  • Altri tipi di meditazione utilizzata l'attenzione per la momento presente, le informazioni che i sensi ci forniscono in questo particolare momento: suona, visivi, olfattivi, tattili sensazioni si può vedere e anche di gusto. All'interno di questo gruppo possiamo includere tutte le meditazioni ispirato alle tecniche di Mindfulness o consapevolezza.
  • Altre meditazioni utilizzati il ripetizione di Mantra come un modo di ancoraggio la mente, ad esempio il la meditazione suono primordiale, o alcune meditazioni della yoga kundalini.
  • Anche la mente può concentrarsi su uno emozione o sensazione determinato, come compassione)meditazione Metta) o il proprietario di sofferenza)meditazione Tonglen).
  • E un altro gruppo sarebbe quelle meditazioni dove è quello di concentrare la mente su Visualizzazioni, come il meditazione ChakraEssa si concentra sulla visualizzazione del Chakra o punti energetici del corpo umano, associandoli con colori, immagini e suoni. All'interno di questo gruppo potremmo includere la meditazione che vi propongo oggi, così come altre meditazioni che potete trovare sul mio blog.

Perche ' il Vinyasa Krama Yoga perfetto per la pratica a casa?

Antes de conocer este estilo, había probado muchos otros. En general, los disfrutaba mucho en clase, pero luego me costaba practicar a solas, en casa. El Vinyasa Krama me ha ayudado a consolidar una práctica constante y sólida. Y te voy a contar los motivos:

  • ES sistematica. Es un método muy bien diseñado y ordenado. Las secuencias se estructuran con lógica e inteligencia. De modo que si practicas todos los días, en diez días recorres todo el sistema completo, y puedes estar segura de que has trabajado perfectamente todas las zonas de tu cuerpo.
  • Está ben strutturato. Cada sesión tiene una estructura muy clara, como te he descrito más arriba, de modo que no tienes que pararte a pensar: ¿y ahora qué hago? Solo tienes que seguir paso a paso lo que está establecido.
  • ES progressivo. Dentro de cada secuencia, las asanas progresan de menor a mayor dificultad. De esta forma, puede que al principio no consigas hacerlas todas, pero verás como con la práctica observas un progreso notable en poco tiempo.
  • ES assicurazione. Ninguna asana se practica sin su vinyasa, es decir, para llegar a cada postura se realizan toda una serie de movimientos previos con el fin de preparar el cuerpo para la postura. Esta es la mejor manera de evitar lesiones.
  • ES adaptable. El Vinyasa Krama Yoga se puede adaptar a las circunstancias individuales de edad, condición física y nivel de cada practicante. Es decir, no se trata de un práctica estandarizada, igual para todos, sino que cada persona escoge, con el asesoramiento de un instructor, los vinyasas y asanas más adecuados para ella.
  • ES flessibile. En Vinyasa Krama no es obligatorio realizar una secuencia entera cada día, como ocurre con otros estilos de yoga contemporáneos. Por el contrario, en este método tú eliges en función del tiempo de que dispones y de cómo te encuentras ese día en concreto, qué asanas y vinyasas quieres practicar dentro de la secuencia que has escogido.

Me gusta mucho cómo Albino describe la práctica de Vinyasa Krama en una Newsletter de septiembre de 2009:

Vinyasa krama è come un supermercato di yoga, in cui ognuno mette nel carrello che hai bisogno.

Y el término vinyasa krama incluye no solo asana sino también otros aspectos del yoga como pranayama, meditación, etc. (…) El vinyasa krama tiene una colección enorme de asana vinyasas, una sección bien surtida de pranayama, al igual que el departamento de meditación y la sección de estudio espiritual/contemplativo. Por ello, nuestro practicante debe elaborar, conjuntamente con el profesor, el diseño de una práctica de yoga inteligente y adaptada. Reducir vinyasa krama a una rutina estandarizada, como se hace con otros sistemas de vinyasa contemporáneos, e introducirla en una camisa de fuerza, no es recomendable.

Como ves el Vinyasa Krama es un estilo muy adecuado para practicar en casa. De todas formas, Vi consiglio fortemente di prima imparare la tecnica di un professore o un insegnante certificazione. Essi vi insegnerà come eseguire le asana e vinyasas e vi aiuterà a scegliere la più appropriata per la vostra età e condizione fisica. Insegnano anche nelle tecniche di pranayama e meditazione. Quindi si può fare tutto da solo a casa e ritorno allo studio settimanale o occasionalmente per un seminario o un rifugio, così si va per migliorare la vostra tecnica e imparare di più.

Potete trovare tutti gli insegnanti di Yoga Vinyasa Krama certificati da S. Albino in questi link:

En España no somos muchos, pero hay algunos.

Y esto es todo por hoy. ¡Espero que te haya resultado útil esta entrada! Si tienes alguna pregunta u observación, no dudes en dejarla abajo en los comentarios. En las próximas entradas te contaré en qué consisten las diferentes secuencias del Vinyasa Krama Yoga.

Noelia Insa È docente di yoga, mamma, blogger e imprenditore digitale. Aiuta le persone a ritrovare l'equilibrio e la serenità attraverso lo yoga. Si può trovare presso: www.insayoga.com

Altri articoli su ,
Da • 1° giugno 2017 • sezione: Firme, Pratica