Chiarisce i tuoi dubbi: «bCome faccio a sapere se ho raggiunto l'illuminazione?»

In questa sezione, Javier Ruiz Calderón offre le risposte alle nostre domande circa lo yoga, la filosofia e le tecniche da una visione della tradizione yogica sono aggiornata e critica. Tutti sono invitati a scrivere a Javier info@yogaenred.com rendere il nostro dubbi o incertezze.

Progettato da jcomp / Freepik

Domanda: «come so se ho raggiunto l'illuminazione?»

Risposta: Innanzitutto: il termine «illuminazione» non è molto adatto. Utilizzato per tradurre BODHA o Bodhiche significano in realtà di «risvegliare». Di conseguenza, Siddhartha Gáutama è denominato «Buddha», cioè «che ha risvegliato».

Entrare in questione: se non siete sicuri di aver raggiunto il risveglio spirituale, è che non ci sei riuscito. Le conoscenze ottenute nel risveglio non sono un'interpretazione, ma un intellettuale esperienza direttoun percezione immediata. Non è possibile a dubitarne.

Ma, d'altra parte: Se siete sicuri di aver raggiunto il risveglio spirituale... È che non ci sei riuscito. Ci sono motori di ricerca e praticanti spirituali che pensano - e persino detto pubblicamente – che si illuminano. Ma la verità è che il affermazione «Ho Sto illuminato» ES contradittorio, perché quando il risveglio scomparirà l'ego - la devaluatory di conoscenza, azioni ed esperienze-, e il MERA affermazione di Che cosa è è illuminato spettacoli Che cosa ancora Ci sono un ego corsa.

Quindi, Come sapere se io ho risvegliato dal sonno dell'ignoranza? Da quando è non porre la questione. È una di quelle domande che non è «re-suelven» ma è «di - suelven». La sveglia non è la domanda. A conoscenza della persona non c'è alcuna differenza tra ignoranza e sapienza, schiavitù e liberazione, samsara e nirvana, perché egli percepisce se stesso come il Atman non modificabile e perfettogratis per sempre, che non ha mai stato schiavizzato. Per questo motivo, che pensa che egli è schiavo o che ha raggiunto la liberazione, entrambi sono sbagliate.

Quindi, perché è così tante persone che rientrano in tale errore, che credono di aver raggiunto l'uscita, presentato come insegnanti o illuminato ci? Esperienze, alla scoperta di nuovi orizzonti mai prima invisibile sono assumendo nel percorso spirituale. È come aprire una finestra in una cella che era all'oscuro. Entrare luce permette di vedere cose che prima non erano, e il prigioniero può immaginare che è una persona libera. È certamente meglio di prima, ma ancora non è venuto fuori di prigione per ignoranza, che è ciò che è vera liberazione. A quel tempo, la presenza di un vero maestro che è venuto il modo in cui si può spiegare la situazione in cui siamo e tutto ciò che dobbiamo andare è l'unica cosa che ci può salvare ingannarci... e indurre in errore gli altri. Ecco perché - oltre a perché abbondano in «spirituale» significa il nervo - ci sono così tante brutte esperienze con pseudomaestros in realtà sono ancora molto verde e ancora che avrebbe bisogno di una buona stagione pratica «avanzata Kriya» depurazione Come pulire gabinetti, servire i pasti, ecc.

Javier Ruiz Calderón (Shankara) Ha conseguito un dottorato di ricerca in filosofia, specializzata in filosofie e religioni dell'India. Ci vogliono quarant'anni studiando e praticando yoga, vedanta e meditazione. Esso insegna queste discipline, così come l'Induismo, il sanscrito e Vedic chant ed ha pubblicato cinque libri e decine di articoli su questi argomenti.

Prossimi eventi: 6 aprile, 11 maggio, ecc.: seminario "le scritture dello yoga. e Vedanta Le upaniṣad», Madrid e distanza, http://www.ashtanga-yoga-alcobendas.es. 27 aprile: «Tantra e haṭha yoga», Madrid e distanza, https://www.ashtangaciudadjardin.es/cursos. 4-5 maggio: "le tradizioni di yoga», Donostia e distanza, http://www.yogamaitri.com/talleres.html. 22 giugno: "Storia e filosofia dello yoga," Valencia, Tel. 722188337.

Altri articoli su
Da • 8 Apr, 2019 • Sección: Javier Ruiz Calderón