Perché siamo così infastiditi? Yoga e pseudoscienze

Dopo l'inclusione dello yoga nell'elenco delle pseudoterapie o pseudoscienze, pochi commenti hanno screditato questa decisione. Ma chi ha ragione in questo casino? Rimanere all'erta è un requisito essenziale per cercare di non dare nulla per scontato. Sulla base di ciò che formiamo le nostre opinioni? Sono derivanti da una riflessione critica o è un'eco che ripetiamo senza stendare a pensare? Tipo Pablo L. Pérez Montesinos.

Parlare di scienza in Occidente implica l'accettazione di un metodo scientifico che non può essere applicato allo yoga. È vero che un sacco di studi sono stati condotti all'interno della medicina occidentale e psicologia che suggeriscono che lo yoga porta benefici per la salute per coloro che li praticano. Ora, la maggior parte sono isolati o studi in fase iniziale di sviluppo, con pregiudizi o con controlli di qualità che lasciano molto a desiderare.

Il metodo scientifico richiede filtri estremamente rigorosi per generare conoscenza. Una delle domande è se vogliamo che lo yoga superi quei filtri. Faccio un esempio illustrativo: probabilmente tutti conosciamo la mindfulness, perché non ci sono stati pochi commenti peggiorativi su questo programma da parte di insegnanti ed esperti di meditazione che hanno visto un metodo millenario essere privato di tutto ciò che la scienza non era interessato. Questo ha creato la riduzione dello stress basata sulla consapevolezza (MBSR), un sistema scientificamente supportato ma sottovalutato dalle comunità di meditazione tradizionali. Con questo, quello che sono qui per dire è che per lo yoga di passare i filtri della scienza dovrebbe essere abbattuto in modo tale che ciò che è rimasto non sarebbe altro che un paradiso deforme di quello che una volta era un sistema filosofico millenario.

Scienza contro No. Filosofia

Lo yoga è una filosofia di esperienziale e come tutta la filosofia ci invita a riflettere. Ci insegna a sviluppare la nostra capacità critica e, nonostante questo, ciò che spesso troviamo è una predisposizione a credere in qualcosa, piuttosto che un'intenzione di crescere e di realizzare. Perché ci importa così tanto che dai settori scientifici ci ricordano che lo yoga non è una scienza per gli standard attuali? Il dibattito tra scienza e filosofia è eterno e necessario. Cos'è la filosofia e cos'è la scienza? La differenza non è segnata dall'oggetto di studio, ma dal metodo utilizzato.

A mio parere, lo yoga non dovrebbe essere studiato dalla scienza occidentale. In tutto questo pasticcio gli insegnanti di yoga e gli insegnanti hanno indotto, in un certo senso, che lo yoga è legato a pratiche che non hanno nulla a che fare con lo yoga. Sicuramente tutti conosciamo qualche insegnante di yoga che produce anche reiki, costellazioni di famiglia, consiglia prodotti per l'omeopatia o si definisce un terapista. I centri in cui le lezioni di yoga sono di solito insegnate spesso eseguono anche altre pratiche di natura simile a quelle menzionate. Il disordine è servito.

Più che arrabbiato che lo yoga sia stato incluso in quella lista, Dovremmo festeggiare che persone che manterrà lo stato di allerta al suo sistema di generazione di conoscenza non perdono valore ci sono (Non guardiamo anche per uno yoga che è stato distorto negli ultimi decenni?). Lascia che gli operatori sanitari facciano il loro lavoro perché è quello che stanno facendo e continueremo il nostro viaggio, che non è esattamente un percorso di rose.

Pd. Grazie agli articoli di Calle Ramiro e Pepa Castro pubblicato in questo stesso mezzo, che sono serviti come un invito ad esprimere la mia opinione su questo.

Pablo L. Pérez Montesinos. Insegnante di Hatha-yoga, politologo e studente di psicologia.

Altri articoli su ,
Da • 1 Apr, 2019 • Sección: Firme