Caratteristica: c'è yoga reale?

Nell'ultima settimana Yoga rete ha aveva due articoli in antipodi. Da un lato quella di Roberto Rodríguez Nogueira, contro la "yoga fudamentalismo", cioè di quelli che dettano come deve essere lo yoga. E d'altra parte, Ramiro Calle parere gridando contro "yogas adulterato". Rivedere i pareri di altri esperti possono aiutarci a capire e differenziare le sfumature dello yoga e della sua essenza.

Yoga reale

Ricorda il parere della Roberto Rodríguez Nogueira pubblicato di recente: "lo yoga è uno specchio, non un manuale (puro, Millennium) di come dovrebbe essere. "Più pura e Millennium a voi non c'è niente". (Fondamentalismo yogica)

E il di Calle Ramiro giorni più tardi: "Dovremmo imparare a discernere tra yoga-yoga e yoga-marketing o yoga-mentira")Se Pantanjali ha alzato la testa)

Abbiamo sentito il resto delle opinioni su che cosa è e cosa non lo è lo yoga:

Diaz amichevole: "Ci sono molte scuole che hanno a lungo cammino da percorrere per raggiungere uno stato di liberazione (kaivalya nel sistema Yoga; Moksa nel sistema Vedanta), e sono in condizioni per interrompere. "Che sarebbe per me un punto molto importante: lo yoga è per aiutarci quanto possiamo raggiungere libertà con un capitale".

Arjuna: "È una questione delicata, perché ogni riga o ogni scuola crede che essere vissuto nell'autenticità e si può cadere nella tentazione di credere che gli altri hanno torto. Penso che la parola è l'onestà, e qualsiasi tentativo di vendere sogni o manipolare avrà suoi giorni numerati. Devi lasciare qualsiasi fondamentalismo nello yoga. "Per non essere confuso l'essenza della nostra conoscenza con il modulo che può assumere questo ad un certo punto, nello stesso modo che acqua può adattarsi a diversi continenti essendo sempre la stessa acqua".

Cristina Mata: "Indipendentemente dal fatto se si canta un mantra con la chitarra o in jeans, non dimenticate che questa è parte di una tradizione che deve essere rispettato, pensando che non è tuo, ma che è venuto nella tua vita per darvi molti strumenti, molti sentieri che consentono di accedere che umanità che si prende all'interno".

Enrique Moya: "Pur essendo un sistema di viaggio millenario, Beh è vero che lo yoga West è arrivato accompagnato da strutture religiose e culturale che dovrebbero essere solo un riferimento che ha bisogno di aggiornare e trascendere ad un Western".

Eva Espeita, Swami Radhananda: "A volte la restrizione è necessaria e a volte non;" Infatti, per alcune persone l'austerità può essere controproducente, perché sono molto represse in sé o sono troppo austeri. Ogni persona ha un diverso equilibrio, e questo è qualcosa che molte scuole di yoga non è preso in considerazione. Ogni individuo ha accesso alla coscienza, ogni individuo è in sostanza il guru e sta lavorando".

Godfrey Devereux: "Lo yoga non richiede ipotesi o credenze, solo onestà." Guardare negli occhi e chiedetevi se quello che si vede è vero. "La chiarezza dovrebbe essere la sola autorità".

Gopala: "In Occidente come cambiamento, non accettiamo il concetto di 'classico' Beh, quello che ha sempre fatto." Così abbiamo saltato fuori l'aerobico yoga per l'anaerobico, aquatic yoga a yoga con calore di... Sullo sfondo è un modo che le diverse generazioni avvicinarsi allo yoga. Da una scuola classica (Sivananda), lo guardiamo con rispetto assoluto".

Gustavo Plaza: "Alcuni anni ha cominciato a importare yoga gringo, con sua preoccupazione esagerata per il corpo e il suo abbandono quasi totale della mente e dello spirito. "Fortunatamente, le persone stanno tornando a gravi scuole di hatha, gnana, radja, bhakti, tantra, laya yoga, ecc."

Habib Ba: "La maggior parte delle persone che vieni allo yoga non davvero venire a fare un lavoro spirituale, ma per altri cellulari, come ottenere un grado di allenatore;" e questo va contro l'essenza dello yoga".

José Carballal: "Il problema è che ci sono molti insegnanti pratica vivente da un yoga fisica e atletica, ha presentato pure e insegnarlo pure." E questa idea sbagliata è esteso".

Juan Ortiz: "L'ego dei praticanti è a volte un po' teso e arrogante. Ma che non ha nulla a che fare con lo yoga reale che sempre ci chiama a questo rispetto assoluto e che condividono con gli altri senza noi arrogarsi l'esclusiva conoscenza della verità e senza cadere in quelle inconscio di gestione self-scoprire che noi lontano la visione sottile".

Mayte Criado: "Abbiamo ereditato un yoga progettato da uomini per l'illuminazione o la trasformazione dell'uomo. Ma ora ci sono più donne che uomini nello yoga e quando tutto ciò che richiede meno di una revisione, che si svolgono in modo naturale: frequentava un yoga più dinamica, più creativa... "."

Paul Blanc: "Possiamo essere fedeli alla tradizione e, allo stesso tempo, adattare il nostro yoga alla nostra cultura, i nostri studenti e i nostri criteri." "I limiti siano onesti, non per insegnare qualcosa che non abbiamo sperimentato e integrato in precedenza, dando libertà agli studenti in modo da scegliere quello che vogliono una pratica senza imporre o indottrinare e soprattutto con molta umiltà".

Ramón Marpons: "Se non c'è nessuna proiezione sociale, lo yoga è lo yoga. "Meglio per migliorarlo da fuori: questo è lo yoga".

Cornici di Rosa Mª: "C'è un yoga per ogni praticante; Se autentico o non, la volontà di studenti hanno per deciderlo. Ricordate quel massimo che ci dice che il Maestro si presenta quando l'allievo è pronto".

Swami Atmarananda: "Ci sono alcune pratiche che non corrispondono molto bene con la tradizione; Essi sono più puramente allenamento fisico, ginnastica, perché non c'è respiro a malapena consapevole e coscienza di se stesso... È come se avevano preso le varie mode di fitness e li aveva messo il nome di 'yoga' front, per vendere meglio."

(Nota: le interviste che ha espresso queste frasi possono essere letti da digitando il nome dell'esperto nel motore di ricerca Rete di yoga).

Altri articoli su , ,
Da • 29 aprile 2013 • sezione: Generale, Le frasi migliori