Mudras: Pushan-Mudra

Un altro mercoledì abbiamo dedicato uno spazio per parlare di mudra. Questa terza puntata è dedicata al Dio solare Pushan, che è anche il Dio del cibo.

Questi due mudra possono essere utilizzati come rimedio di emergenza o nel caso di disturbi cronici. Sono praticati 4 volte al giorno per 5 minuti.

Versione 1

In questo mudra, il gesto di una mano simboleggia il prendere, ricevere, e il gesto dell'altra lasciando fluire, consegna e distacco. Entrambi devono essere in linea con la digestione. Influenza i flussi di energia che sono responsabili dell'ingestione, dell'assimilazione alimentare e della defecazione. La respirazione ritorna più in profondità, e quindi aumenta anche l'apporto di ossigeno e lo scambio di anidride carbonica nei polmoni. Funziona rilassando il plesso solare, cioè sull'area dello stomaco, del fegato, della milza e della cistifellea, regola le energie nel sistema nervoso vegetativo, mobilita le energie della defecazione e delle disintossie. Agisce superbamente su nausea generalizzata o acuta, vertigini, flatulenza e sensazione di pieno dopo il cibo.

Mano destra: unire le punte del pollice, dell'indice e dell'dito medio, mentre le altre dita rimangono estese.

Mano sinistra: unire le punte del pollice, del dito medio e dell'anello, mentre le altre dita rimangono estese.

Versione 2

Grazie alla combinazione di energie pollice, anello e mignolo, i processi finali di digestione e defecazione sono intensamente attivati. Questo mudra può essere considerato una pompa di energia in generale. Stimola le funzioni cerebrali, che è stato anche scientificamente provato. Grazie alla posizione delle dita della mano destra, l'energia del bacino viene attivata, come se fosse braci che si riaccendono. Con la posizione del dito della mano sinistra, l'energia staccata viene spinta verso l'alto. Questo influenza positivamente ogni organo, stati d'animo e processi mentali (concentrazione, memoria, logica, entusiasmo, ecc.).

Mano destra: unire le punte del pollice, anello e mignolo, mentre le altre dita rimangono estese.

Mano sinistra: proprio come nella versione 1.

Altri articoli su
Di Per • 10 Apr, 2013 • sezione: Pratica