Ala, il dialogo tra corpo e mente

Durante la sua esecuzione si instaura un dialogo silenzioso tra il corpo e la mente che ci dà l'opportunità di esplorare la nostra realtà fisiologica. Questo è spiegato da Swami Digambarananda Saraswati, Danilo Hernandez, nel suo libro accreditato Chiavi per lo Yoga. Teoria e pratica (La lepre di marzo).

Meditazione

Delle molte ache che gli yogi ci hanno abbandonato, la pratica di pochi è sufficiente per ripristinare l'equilibrio fisico-mentale che deve essere posseduto prima di approfondire le fasi più avanzate dello yoga mentale.

Le asonore sono un mezzo per migliorare l'integrazione del corpo-mente. Ci mettono a stretto contatto con il corpo, aiutandoci a capire come funziona e quali stimoli ha bisogno per bilanciare e armonizzare. Nel tenere una postura, l'aspetto più essenziale è attenzione, consapevolezza di tutto ciò che accade.

In asana, per la prima volta, possiamo davvero ascoltare il nostro corpo e percepire i messaggi che ci invia. Si tratta di un processo di sensibilizzazione in cui Le coscienza assorbe ogni arto, organo, tessuto e cellula dei nostri corpi. L'idea sbagliata della postura deve essere respinta come uno sforzo per domare il corpo. Non si tratta di domare il corpo, ma di comprenderlo, prendersene cura e svilupparlo, dall'esperienza dei suoi ritmi interiori. Aiutati con un'asana in grado di soddisfare le tue legittime esigenze di respirazione, stretching, compressione, espansione, mobilitazione, immobilizzazione, flessione, rafforzamento, rilassamento, tonificazione, affermazione ed esprimersi.

Ogni asana ha un effetto globale e ha un impatto positivo su tutti i sistemi dell'organismo fisico, della struttura energetica, dello stato emotivo e della mente. È importante essere molto attenti e non violenti o forzare il corpo. Devi trattarlo con amore. Un atteggiamento amorevole porterà alla comprensione delle sue possibilità, dei suoi limiti e della riconciliazione con la sua realtà attuale. Ci permetterà di conoscere il modo più appropriato per collaborare per regolarizzare tutte le sue funzioni vitali e sviluppare armoniosamente tutte le sue potenzialità.

Una volta migliorata l'attuazione di una posizione, cura del corpo. Un atteggiamento di attento osservatore, in cui siamo spettatori di noi stessi e come siamo influenzati dall'asana. Non devi fare niente, non devi pensare, solo essere presenti e aperti, intensificare l'esperienza di noi stessi. Postura fa tutto il lavoro mentre la nostra coscienza ci informa di ciò che sta accadendo. Così, il processo di asana si trasformerà in una meditazione, un'esperienza inclusiva in cui il corpo, la mente e la respirazione diventano UNO.

Altri articoli su ,
Di Per • 24 Jan, 2013 • Sección: Asana