Chiarisce i tuoi dubbi: è il hatha yoga una preparazione per yoga di raja?

In questa sezione Javier Ruiz Calderón offre le risposte alle nostre domande da una visione della tradizione yogica sono aggiornati e critica (prendendo in considerazione ciò che è ricerca storica-filologica, medica, ecc). Sono invitati a scrivere a Javier info@yogaenred.com rendendo i tuoi dubbi o incertezze.

(c) Può Stock Photo / undrey

Domanda: L'hatha yoga è una preparazione per lo yoga raja e perché?

Risposta: Il Hatha yoga è uno yoga completo da solo. Esso comprende la pratica di sano, pranayama, mudras e bandha, kriyas per purificare il corpo, meditazione e uno stile di vita etico. I testi classici di hatha yoga dicono che lo yoga serve a raggiungere il "Raja yoga", che in questi testi è sinonimo di samadhi, l'assorbimento della mente nell'oggetto della meditazione.

Ma dalla fine del XIX secolo, per influenza di Swami Vivekananda, classico yoga in otto fasi del Yogasutras Patajali. In questo senso stretto, non è vero che hatha yoga è una preparazione per lo yoga raja, dal momento che entrambi sono yoga indipendenti, diversi percorsi per lo stesso obiettivo: la tranquillità della mente.

Ora, perché hatha yoga utilizza molte tecniche prevalentemente fisiche e raja yoga si concentra più sulle pratiche mentali, si dice spesso, semplificando, che hatha yoga è "yoga fisico" e raja yoga, "yoga mentale". In questo senso ampio si può dire che le pratiche più fisiche (hatha yoga) sono una buona preparazione per le pratiche più puramente mentali (il "raja yoga"), dal momento che questi sono più sottili e avanzati e quindi più difficili di quelli.

Nota: Lo spazio per le risposte di Javier Ruiz Calderón è limitato. Noi chiediamo che le domande puoi inviarci al info@yogaenred.com sono di interesse generale meglio di singoli. È importante che essi sono formulati in una frase breve, ma allora mi spieghi un po' più di fondo.

Javier Ruiz Calderón Ha conseguito un dottorato in filosofia specializzata in pensiero e spiritualità indiana. Ha studiato e praticato yoga, vedanta e meditazione per quasi quarant'anni. Insegna corsi su questi argomenti, così come sull'induismo, il buddismo, il sanscrito e il canto vedico.

Prossimi corsi: "Introduzione al sanscrito" (dal 26 settembre); "Advaita vedanta: la visione non duale" (dal 2 ottobre), entrambe a Madrid (cfr. Ordine del giorno Yoga.

Altri articoli su ,
Da • 21 Sep, 2017 • Sección: Javier Ruiz Calderón