3 risposte al dibattito: lasciati istruttori di Yoga?

Tre risposte per la formulazione di questo dibattito che il professore, Michael Víctor inaugurato lo scorso lunedì hanno raggiunto. Pensi a cosa si pensa? Se volete darci è anche il vostro parere, farlo liberamente. Scrivere a info@yogaenred.com

Professore

Liliana Posso dice:

Io sono dalla Colombia. Io insegno Yoga nella città di Cali. Mio parere personale, fare o non hanno bisogno di insegnanti di Yoga, non è la cosa più importante. Priorità di ogni essere che si dedica all'insegnamento - apprendimento due volte - è farlo con piena consapevolezza che è un ponte, un veicolo, una guida per gli insegnanti ed i loro insegnamenti ancestrali.

Ogni volta che mi trovo contro gli studenti chiudere gli occhi per un momento e ricordare agli insegnanti che desiderano essere presenti e diretto - a quel tempo, la sessione.

Sono pienamente consapevole che il corpo e la mente in tale sessione sono assenti del tutto l'ego, e se questo è presente, "Mi rendo conto" e procedere con veicolo e ponte.

Per me, la sessione di Yoga come una guida è un totale di apprendimento in Mindfulness. Generalmente che scorre posture, pause, silenzio, l'osservazione circa l'allineamento di una gamba, tronco, collo o del viso.

È un viaggio per il presente e una costante invocazione tramite l'inspirazione ed espirazione.

Così se pochi o molti insegnanti non di mio interesse è c'è la mia priorità in questo momento. Namaste.

Montse Lominchar dice:

Come un mese chiamato al centro una giovane donna; Non sto dicendo nome, né che cosa città era. Mi ha chiesto se eravamo corsi di formazione e che se ci sono voluti tanto da avere il titolo (fretta), se è stato difficile... Egli non aveva mai praticato Yoga, sapevo cosa fosse, che cosa era niente niente di Yoga, solo che al Municipio dove egli manutenzione classi e Pilates "dicevano" "dovuto" dare Yoga classi... Dopo parlare con lei, spiegare a lui quello che ho potuto e aiutare a riflettere su se voleva o non addestrare come insegnante di Yoga o ha preferito dedicarsi a qualcosa con cui si sentono più identificati, mi ha ringraziato in modo molto espansivo per aiutare lei e me Ha detto che, davvero, non volevo studiare lo Yoga.

Mi ha rattristato sapere che ci sono persone che danno lezioni di Yoga senza vocazione, convinzione e hanno integrato la filosofia nella sua vita, a meno che non si sentono felici di trasmettere una tecnica così delicata e profonda nelle palestre che offrono "yoga" come una delle attività più...

Calle Ramiro dice:

C'è un inflazione reale degli insegnanti, nel senso che tanti stanno facendo gli insegnanti che finalmente non trovano lavoro e si sentono molto frustrato e angosciato, perché hanno investito una bella sommetta, a volte scioccante, nella forma, nello sforzo di vivere ciò che a loro piace, e poi non è fattibile. O quel che è peggio e penso che è un dovere segnalarlo: ci sono centri e studi dove sfruttati istruttori arrivando a pagare 10 euro per ogni sessione. È ancora molto più discutibile che un centro Yoga di rame ai loro studenti e non pagano i loro insegnanti. E, naturalmente, che gli insegnanti non sono date in alto, come richiesto.

Dobbiamo evitare lo sfruttamento imperdonabile di coloro che, molto emozionato, sono disposti a passare attraverso qualcosa da insegnare in classe, perché che permette l'abuso e si è poi estesa ad altri insegnanti di Yoga. Coloro che passano tutti sono fatto un cattivo servizio a se stessi e gli altri. È onesto e necessario mettere in guardia tutti coloro che si sono formate, quindi non hanno aspettative false e quindi molto frustrante. Inoltre, è consigliabile che coloro che sono abaratasen prezzi elevati richiesti, soprattutto in condizioni difficili che stanno vivendo, perché lo Yoga è soprattutto generosità e compassione.

Altri articoli su
Da • 20 febbraio 2013 • sezione: Discussioni