Cos'è la meditazione?

L'obiettivo principale della meditazione è quello di percepire la nostra realtà più profonda. Questo è talvolta confusa con una sorta di idea di perfezionismo che, attraverso la pratica, ci sarebbe essere sempre migliori. Ma questo è un errore. Il nostro reale non essere è qualcosa che deve essere fabbricato o purificato, ma che è che cosa siamo, meditare o non possono, essere buoni o cattivi, siamo spirituale o non.

Dal punto di vista della meditazione, ignorare quello che siamo veramente è la causa principale di tutti i nostri frustrazione, insoddisfazione e infelicità. Infatti, la sofferenza, la malvagità e l'ignoranza sono direttamente correlati all'ignoranza della nostra essenza.

Pertanto, mentre restiamo ignoranti della nostra realtà saremo vulnerabili all'infelicità, non importa quanto si medita, fare terapie o pratica di guarigione. Solo rivelando ciò che siamo davvero sarà completamente sicuro dalla caduta nella sofferenza e allo stesso tempo, quando noi viviamo dalla nostra realtà primaria nulla di ciò che ci accade nella vita può farci soffrire. Dobbiamo rivelare e rendere consapevoli del fatto che la maggior parte sono consapevoli di noi stessi, la nostra natura essenziale.

Da John Manzanera

Chi è

Addestrati in filosofia, meditazione e buddista in Asia e in Europa, fu Monaco della tradizione tibetana per 12 anni, il Dalai Lama, Lama Yesce e Lama Zopa Rinpoche e Ghesce Ciampa Tegchok suoi insegnanti principali.

È uno psicologo clinico, diploma in psicoterapia della Gestalt e addestrato in Psicoterapia integrativa con Claudio Naranjo (programma SAT). Ha insegnato corsi di meditazione per oltre 25 anni. Ha fondato e dirige la scuola di meditazione a Madrid.

È autore di libri come il piacere di meditazione (a cura di Dharma), l'occhio del padrone (Dharma), la scoperta di serenità (Martínez Roca).

www.escuelademeditacion.com

Altri articoli su ,
Da • 26 settembre, 2012 • sezione: Meditazione