Asana, il dialogo tra il corpo e la mente

Un dialogo silenzioso tra il corpo e la mente che ci dà l'opportunità di esplorare la nostra realtà fisiologica viene stabilito durante la sua esecuzione. Così lo Swami Digambarananda Saraswati, Danilo Hernández, spiega nel suo libro accreditato Chiavi di Yoga. Teoria e pratica (La lepre di marzo).

Meditazione

Di Asana numerose che gli yogi hanno lasciato in eredità a noi, la pratica di pochi è sufficiente a ristabilire l'equilibrio mentale che deve possedere prima di entrare in fasi successive di yoga mentale.

Asana sono un mezzo per promuovere l'integrazione del corpo-mente. Ci ha messo in contatto intimo con il corpo, che ci aiuta a capire come funziona e quali sono gli stimoli che hanno bisogno di bilanciare e armonizzare. Nella realizzazione di una posizione, è l'aspetto più essenziale attenzione, consapevolezza tutto ciò che accade.

In asana, per la prima volta, abbiamo davvero ascoltare il nostro corpo e percepire i messaggi ci trasmettete. Si tratta di un processo di consapevolezza in cui il coscienza si impregna ogni membro, organi, tessuti e cellule del nostro corpo. Si deve scartare l'erronea concezione dell'orientamento di come un tentativo di domare il corpo. È non a domare il corpo, ma to capirlo, se ne prendono cura e svilupparlo, dall'esperienza dei loro ritmi interni. Aiutare con un'asana che possa soddisfare le loro esigenze legittime di respirare, allungare, comprimere, espandere, spostare, immobilizzato, reso flessibile rinforzato, rilassarsi, tonificare, detto ed esprimere se stessi.

Ogni asana ha un effetto globale e ha un impatto positivo su tutti i sistemi del corpo fisico, la struttura energetica, stato emotivo e nella mente. È importante essere molto attenti ed evitare di violare o forzare l'organismo. Devi trattarlo con amore. Un atteggiamento di amore farà germogliare la comprensione delle sue capacità e limitazioni e riconciliazione con la realtà attuale. Vi permetterà di scoprire il modo più appropriato per garantire che tutte le sue funzioni vitali sono regolarizzare e sviluppare armoniosamente tutte le loro potenzialità.

Quando l'esecuzione di una postura è migliorata c'è quello di intensificare la autoescucha corpo. Un atteggiamento di attenta osservazione, che sono uno spettatore noi stessi e ci influenza come l'asana. Lì a fare niente, non pensare, solo essere presente e aperta, intensificando l'esperienza di noi stessi. La posizione fa tutto il lavoro mentre la nostra coscienza ci dice cosa sta succedendo. Così, il processo dell'asana si trasformerà in una meditazione, un'esperienza inclusiva in cui il corpo, la mente e il respiro diventa uno.

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su ,
Da • 24 gennaio 2013 • sezione: Asana