Mysore, India: il mio viaggio esterno verso l'interno

Dal momento che sono sempre stato un bambino sognavo di viaggiare in India. Sua cultura, il suo colore e il suo mistero mi aveva sempre affascinato. Scrive Tania Munoz, dopo aver letto il Intervista con Saraswathi Jois abbiamo pubblicato recentemente.

E infine, il 2015 ha cominciato con il mio cammino spirituale di sogno in India. Siamo arrivati un 3 gennaio, presso la città di Mysore, a sud del paese, dove mi piacerebbe soggiornare per un mese e mezzo, approfondendo la mia pratica di Ashtanga Vinyasa yoga con Valentina, la figlia di Pattabhi Jois.

Vi auguro verso l'interno un grande viaggio all'estero,
senza all'interno né all'esterno.
Pura coscienza,
la forza della vita,
Pienezza
Amore

... Ho ricevuto il mio maestro all'aeroporto. E con quell'energia buona, ho iniziato la mia avventura a Mysore.

Potrebbe sembrare che la cosa più importante non ci sarebbe lo yoga pratico stessa, ma soprattutto l'esperienza a Mysore è diventato una sorta di laboratorio, un'opportunità di ricerca-azione all'interno e all'esterno. L'insegnante lo sapeva...

La prima grande lezione era quello di avere tanto tempo libero. Tempo di con calma e il tempo di fare niente, il tempo di essere con lo stesso in un ambiente magico e spirituale. L'arte del "Non fare" non è pigrizia o apatia, è un'opportunità per l'introspezione, è staccare la corsa e la produttività dell'Occidente e connettersi con la spiritualità dell'Oriente.

Così, con tanto tempo a me stesso e per coccolare la mia pratica, ho eseguito completo con la mia vita, le mie paure e forza nascosta, le mie virtù di dipendenze e sotto sospetto. Ho capito l'intenso e faticoso che era il mio mondo per un anno.

Trovare e mantenere se stessi vi dà l'opportunità per vedere realmente come è il tuo giardino infine. Vedere i fiori e le spine con chiarezza e senza possibilità di fuga o voltarsi da altra parte. Non c'è nessun avvio le spine e dedicarsi per piantare fiori. Mettersi al lavoro!

Parlo per me, non da me

In un giorno medio ci, dopo aver fatto la pratica presto, principale occupazione era di scegliere dove e cosa colazione: deliziosi pancake, una ciotola di frutta, muesli nutriente con un chai tè o un caffè acquoso...

Non avere preoccupazioni offerto lo spazio per semplicemente prendersi cura delle tue cose, ma anche il tempo per drammi superflui. Che pigrizia! C'è facile lasciarsi trasportare dal dramma; Devi essere forte, molto forte, per resistere alla tempesta e superare. È noto a questo dramma che parlo a persone che sono state lì. Lotte con gli amici intimi di sciocchezze, comportamenti nevrotici, scoppi di felicità esaltato, isolamento, malaticcio mostrare

Essendo così da vicino e così chiaramente e potentemente con la realtà interiore è un'esperienza intensa. Penso che alcune persone diventano "un po ' pazzo" là. Sul serio. Che cosa viene fuori, viene fuori con grande forza.

Per me, uno dei migliori regali di essere lì, con la distanza da Madrid, è stato che mi ha fatto molto più semplice e naturale di vedere la mia vita con prospettiva e da Cataldo, testimonianza di coscienza, invece di vedere le cose con il colore dei bicchieri di cristallo che ognuno ottiene.

Il settimo sloka della Shankya Karika parla di le otto cause che rendono questa realtà non è noto. Ci sono molte cose che esistono e non sono noti. Ci sono molte cause per le quali non sappiamo anche materiali oggetti. Un oggetto non è a conoscenza se è troppo lontano o troppo vicino, pur essendo un oggetto materiale. Se i sensi non funzionano correttamente e la mente non è concentrata sul suo rapporto con i sensi, non sono percepiti. Se l'oggetto è troppo piccolo (un virus), se c'è qualche oggetto che separa dall'oggetto noto (parete), se l'oggetto è coperto da qualcos'altro (coperto da luce di tessuti), o quando l'oggetto è mescolato con altri oggetti simili.

Da Mysore potuto realizzare alcune situazioni assurde e squilibrate che li prima di avere così vicino per li ha visti o li vide distorta, confusa, poiché essi sono stati tinti delle impressioni delle mie emozioni e pensieri di dubbio, incertezza, moralina, fiducia in se stessi... e tutti hanno appioppato il giogo di sentenze, colpa, confronti, aspettative, opinioni e altri consigli.

Sedersi in silenzio, mi è permesso la mia mente si è stancato scaricare tutte le loro chiacchiere, ho serené, io relativicé, analizzati con mio Buddhi (intelletto), e ho potuto parlare con me come con un buon amico. Nonostante il rumore dell'India, c'ero io più facile ascoltare la voce dell'anima.

In un dialogo silenzioso con la mia mente, come se si trattasse di un'altra persona, mio maestro, il mio amico che vuole che io, il mio consigliere buona, altruista e accomodante, ho sentito la mia risposta alle mie domande e dilemmi, dalla pace, calma, chiarezza del mio essere. Con amore.

E che l'amore è un passaggio a una verità interiore, un livello di pace e di armonia che inizia con te stesso, nello stesso. Quindi ami amore abbastanza a fidarmi di te, si rifugiano nel tuo santuario interiore, nella grotta del cuore e agisce dalla certezza e la calma.

E anche se sei una persona che, come me, agire e serenamente assumere le conseguenze non è il tuo punto di forza, una forza invisibile ti spinge ad agire e allineare le vostre decisioni con la tua essenza. Ho avuto la pace nella mia vita e mettere pace nelle mie riflessioni.

Un regalo inaspettato

La pace di meditazione in India mettere pace e chiarezza nella mia vita. Che regalo!

Gli amici che condividono la strada lì, ogni uno abbiamo appena ordinato la nostra vita a Madrid. Uno ha ordinato il suo cuore e venuto legami familiari; Un altro reattore caduto rinunciare a ore di lavoro che desgastaban esso e anche preso la decisione di diventare vegetariano; Un altro innaffiato eccitato il seme di una nuova relazione, mentre lei ha accettato le sfide professionali: e altri reorganizaba il tuo business e gli amici.

Il India mi ha offerto una reunion con me stesso, con un background di melodia nel mio particolare storm yogica. A luogo dove, protetto dall'essenza degli insegnanti posto, potrebbe dare la priorità di là del "dovrebbe", "dire che cosa" o le emergenze della vita quotidiana. Ci avete il tempo, uno spazio aperto e sicuro che supporta il risveglio dell'essenza. L'India ti dà benedizioni di pace ed equilibrio.

Ma ho anche imparato da quell'esperienza che il vero yoga non è un posto remoto, o proiettate nella grande avventura spirituale, o persone speciali. È nel suo studio, nello stesso e nelle nostre circostanze reali e concrete qui e ora. In l'India o il Conchinchina.

Ma ci sono volte in cui è necessario fare qualcosa dall'esterno, perché non vediamo chiaro, quindi, al momento, a guardare dentro tesoro, l'unico.

Ho solo bisogno di un modo di essere nel mondo hanno a che fare con tutta la luce e tutte le tenebre dell'esistenza. Tutto il divertimento di colori, mentre solo il bianco puro di sattva macchia mio finalmente.

Tutto il resto, la verità, me troppo.

Tania Muñoz (Klayana), è un insegnante di yoga presso www.yogawithkalyana.com In questo, il tuo sito Web, è possibile leggere loro blog con articoli interessanti.

Tania dà lezioni private di yoga a casa di La Moraleja, Alcobendas, Madrid.

Altri articoli su
Da • 27 febbraio 2017 • sezione: Firme