Vivere senza ego

In realtà, tutti i conflitti sono nato in ego e battaglie di potere che bilancia con gli altri ego. Ecco dove sta fermentando il dramma e la tragedia dell'umanità. L'ego è nato tutte le sofferenze. Scrive Emilio J. Gomez.

vivere senza ego

"Ora che hai rotto il muro con la testa, che cosa farai nella cella vicina?"
Confucio

Vivere senza ego... che sogno così impossibile, in apparenza! e allo stesso tempo come possibile. Perché la domanda è: sarebbe possibile ottenere l'illusione di vivere senza ego?

La risposta passa dal paradosso: Sì e no allo stesso tempo. Perché può essere anche al contrario: è possibile vivere attraverso qualcosa che in sé è completamente illusoria?

Da allora non è possibile. Quindi, come è che l'ego esiste esso? È molto semplice, a quella parte del sogno in cui l'uomo vive e muore.

Si dice che tutto è un sogno che ha suscitato. Al contrario, tutto diventa una possibilità, una semplice ipotesi teorica per cui ritiene per essere una singola entità.

Stati di coscienza

Così, tra - stato di Jagrat - risveglio, lampi di immagini oniriche che provocano sogni a occhi aperti - Swapna - e il buio nero del sonno senza sogni, dove la Regina - Sushupti - perdita di coscienza, uno stato dell'essere brilla oltre i tre all'inizio. È di Turiya, il cosiddetto "quarto stato" di coscienza.

Turiya è stato desiderato dove, secondo la tradizione, non-dualità è vissuto. Desiderato dall'ego, naturalmente, che ha sentito parlare di esso e come correre dietro tutto quello che attira l'attenzione e spera di trovare qualcosa di speciale per farvi essere diverso da altri ego.

La finzione degli stati precedenti nello stato Turiya viene diluita e quindi l'ego apparirà come ciò che realmente è: un'illusione. Ma caray con l'illusione!, sembra come reale e quanto attrito generato quando non è in stato di Turiya.

Tuttavia, non è qualcosa di così difficile da raggiungere - è nata l'idea di difficoltà nell'io stesso-perché, non appena che si muove il punto di assemblaggio dove il mondo è percepito, capito che lo scenario è di cartone. Basta una luce appena percettibile spostare tutti gli altri ego e viene così la libertà e la liberazione.

Libertà e liberazione

Che cosa dovremmo noi liberarsi? Che viene rilasciata in realtà? Dobbiamo sbarazzarci della tirannia dell'ego, che, con le loro richieste di costante attenzione, provoca una dissipazione di energia e vitalità. Perché succede che l'ego non arriverà mai per liberarsi, ma accade invece: è la coscienza che è liberata dal fardello pesante che viene ad essere l'auto ego e personal con tutte le sue richieste di energia costante attraverso l'attenzione.

Non è possibile sbarazzarsi dell'ego, perché l'ego può solo trascendere. Andare oltre è il senso della trascendenza. Non è possibile uccidere l'ego. È abbastanza per capire la sua natura illusoria e allo stesso tempo è in grado di andare oltre, trascenderlo attraverso la comprensione.

Quando la comprensione è come quando si apre la finestra di una stanza che è rimasta a lungo nelle ombre e nelle tenebre - avidya, l'ignoranza-. Poi tutto sembra chiaro, così come è. Le cose con la stessa naturalezza con cui un bambino osserva il mondo contiene.

Ora, cambierà qualcosa in camera perché la finestra è aperta e alla luce del sole? No, non cambierà nulla a tutti. Tutto sta andando per continuare lo stesso, esattamente lo stesso, tranne per una cosa: l'ego non ha più un ruolo dominante, e la sua potenza ridicola per lotte di sopravvivenza hanno finito per sempre. Per cambiare: felicità.

Emilio J. Gomez

È il silenzio all'interno di insegnante di yoga associazione yoga e insegna yoga di Hatha & Radja a El Escorial (Madrid).

Ulteriori informazioni: http://www.silenciointerior.net/

Altri articoli su
Da • 19 maggio 2014 • sezione: Firme, Silenzio interiore