Arcano nr. 21: Siddhasana, il mondo

Questo arcano è un messaggero di maturità spirituale, dell'uovo che si schiude rivelando l'aura dell'anima che tiene e da cui emana il mondo, nascondendo nel loro aspetto. La spirale sta raggiungendo la sua piena realizzazione. Scrivere questa serie Carmen Viejo.

La parola chiave: "lavoro completato"

"A quel tempo, il canto delle mille voci consisteva di una sola parola: OM, perfezione". (Hermann Hesse)

Il mistero del mondo Esso presenta un carattere in forma maschile e femmina all'interno di un'aura che è custodita dai simboli dei quattro elementi, un uovo cosmico, simbolo di pienezza.

Gli alchimisti credevano quell'uovo il segno della Lavoro completato, trasmutare il metallo oro, trovare la pietra filosofale che è in grado di rivelare la Golden natura essenziale delle cose, scoprirla ed eseguirla. Questo arcano è, pertanto, un messaggero di maturità spirituale, dell'uovo che si schiude rivelando l'aura dell'anima che tiene e da cui emana il mondo, nascondendo nel loro aspetto.

Non tutti raggiungono il 21 nella sua ultima apparizione, ma se ci avviciniamo in ogni vita. La maturità personale è una manifestazione di questo approccio. La maturità spirituale è un livello ancora superiore. Capire, rilasciando le passioni, soddisfare dieci atteggiamenti visualizzati in arcano sopra, rendere il percorso personale che ci offre ogni vita, sviluppare i nostri doni e consegnarli, fornire il lavoro completato, un altro ritorno a spirale; questo esponenziale.

La realizzazione o la liberazione, come lo Yoga espresso, è un progressivo e continuo, senza data di scadenza, ovvero la trasformazione dell'energia cosmica in pura coscienza. La finale tra l'anima ed essere. Tra Jiva e Purusha. Tra la Rada e Krishna. Sakti e Shiva. Il matrimonio sacro degli gnostici. Il Nirvana buddista. La risurrezione in Cristo.

Nelle sue fasi temporanee, è la fine di un percorso, di una vita consapevolmente con esperienza, pieno di saggezza e mettere al servizio degli altri esseri. Realizzazione in ogni vita sta rilasciando i doni ricevuti per essere completamente a beneficio di tutti, che non è poca aspirazione per un praticante di yoga.

Corrispondenza con le asana

Paksasana Trasporta il suggestivamente denominata "presa di posizione dell'ala". In esso, l'operatore, in piedi su una gamba sola, genera e distribuisce al lato, prendendo l'alluce con la mano. La sua realizzazione, quando esso è già masterizzato, fornisce un'innegabile sensazione di libertà e pienezza. Esso deve essere completata con l'altro lato.

Quella sensazione è completata con la gioia vitale e l'armonia che genera Natarajasana, la "posizione del Dio della danza", vale a dire, spiega Manuel Morata nel suo manuale, "postura intensa di estensione su un supporto dedicato al Signore Shiva, il grande Yogi". Tenuto sopra una gamba, in equilibrio e con le braccia alzate sopra la testa, l'altra gamba si erge sopra il testa piedi che unisce le mani con un nastro fornito dalla posizione. Shiva rappresenta il Purusha, autocoscienza, e la sua danza Mostra la sua capacità di muovere il mondo e farlo evolvere.

Un'altra posizione potente è Bhumi Chakrasana, "la ruota a terra", il popolare "ponte" che è stato fatto con relativa facilità nell'infanzia. Un'estensione completa e profonda con il corpo sulle mani e sui piedi, sulla base della posizione supina con le palme appoggiati a terra all'altezza delle spalle. Quando possiamo farlo, sempre con sufficiente preparazione, alziamo potentemente la sensazione di essere pieno. Non ci siamo sentiti che nulla era possibile quando di niñ@s abbiamo effettuato sull'erba?

Siddhasana e Padmasana sono le classiche posture di meditazione. Le asana di meditazione sono il culmine del tempio personale, l'architettura fisica in grado di generare un campo di comunicazione multidimensionale. Lo yoga è integrazione. Lo yoga è l'unità. Quando abbiamo messo le dimensioni fisiche, energetiche, mentale e causale, con la mente a riposo, le fluttuazioni di aquietadas, in armonia "che vede quindi, potete vedere il proprio modo", come il terzo aforisma del primo capitolo della Yogasutra.

Nota: Studio e gli effetti del Natarajasana, Bhumi Chakrasana, Siddhasana e Padmasana, alle pagine 219, 134, 243 e 244 di Yoga. Teoria, pratica e metodologiae Paksasana, nella pagina 304 della Yoga. Allargamento, entrambi Manuel Morata.

Erede di vecchio Carmen (Ahimsa). Insegnante di yoga, una laurea in Scienze dell'informazione e il diritto di Yoga Vedanta Academy (scuola di Sivananda) e dall'associazione spagnola dei praticanti di Yoga (scuola Manuel Morata).

Informazioni: ahimsayogandalucia@yahoo.es


Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su ,
Da • 24 agosto 2017 • sezione: Carmen vecchia