Autobiografia di uno Yogi chiamato Warlock

Questo venerdì, 10 marzo Rafael Álvarez, il Witcher, ha debuttato a Malaga Autobiografia di uno Yogi, in onore della celebre opera di Yogananda, il libro di yoga più leggere di tutti i tempi. Il limite è che è stato questo uno, a mia conoscenza, il primo lavoro del Teatro su yoga in Spagna e probabilmente uno dei pochi al mondo. Joaquín G. Weil scrive. Foto: Jorge Zapata.

Foto: Jorge Zapata

E fosse comuni. Tre giorni pieni. Ha fatto bene a scegliere Malaga per la prima, che qui sono ben appassionati di yoga, e così ho visto nel patio di poltrone, credo che lo Yogi pubblico ha superato il pubblico di Witcher.

Rafael Álvarez, lo stregone, Ha un mentale (Manomaya Kosha) ben prodigiosa. Porta testa molte opere contemporaneamente. Presto rappresenterà in modalità alternate di Valladolid Don Chisciotte E la Autobiografia di uno Yogi: "Da qualche parte sull'Himalaya, il cui nome non ricordo, non ha molto da un asceta che vive..."

Sul palco, lo stregone ci rende partecipi di queste circostanze, rendendo il pubblico complici nel proprio mestiere teatrale attraverso un continuo gioco tra realtà e rappresentazione. E questo soprattutto nei momenti di umorismo, gli antipasti della modalità teatro classico spagnolo, che è animato con barzellette e scherzi di solennità spessi problemi. E questi boschetti e profondità salva anche noi no: il divino gioco di chiaroscuro, la realtà / illusione, spirituale materializzata e delle materie prime come lo zucchero disciolto in luce, la freccia del tempo che ha lanciato dal passato è proiettata verso il futuro...

Suspense proprio dell'opera del Brujo è la rappresentazione di sé. Lo spettatore informato, che ha letto l'opera, la meraviglia (mentre i biglietti via internet) cOMO Rafael Álvarez può eseguire questa scena densa e voluminoso libro in appena un paio di ore. E più difficile come può sembrare - e non intenzione di essere un 'killer fine'-, il miracolo si verifica. E dopo tanti colpi di scena, dopo prendere in giro e scherzi, dopo i momenti esilaranti e solenne, a volte collegate tra loro, come quando si parla di morte, con il loro lato umoristico, degli scherzi di sudari, alla fine, sembrare come tutto ciò che è giusto.

La verità profonda dell'umorismo

La commedia che utilizza la procedura guidata, quando si tratta di rappresentare i testi di Yogananda Non si tratta di un'aggiunta casuale, ma segue un certo schema: ridiamo delle circostanze di tutti questi esotismo rappresentati da qualcuno da Lucena, troppo andaluso anche per rappresentare Amleto, perché immaginare che spiega il densità filosofica del Kriya Yoga. È divertente perché siamo identificati con l'attore e molto solenne e molto indù che facciamo tutti noi, ciascuno com'è di Valladolid, Bilbao, Malaga o ovunque si desidera essere.

Questo umorismo è un cenno d'intesa, un necessario aggiornamento della verità universale di ciò che Yogananda ha detto: la verità è qui e ora, o una settimana. E i pubblico grazie per la condivisione di questo fatto e tutti i fatti. Noi sobrecogemos quando la propria rappresentazione vaga tra il testo preparato, la dimenticanza, il fortunato repentizaciones e salsicce di sangue teatrale che fanno ridere ai propri tecnici di luce e suono, sanno che lo script e chiedo tra brucianti e divertente come finirà tutto questo.

Finalmente vera saggezza è sempre stato condito con umorismo. Dicono di Ramakrishna a Calcutta, per esempio, che era esilarante, un comico di grande talento (quasi come il mago di Lucena). Alcuni degli scritti di suo discepolo Vivekananda inoltre riscontrare anche umoristica. E sono convinto, come ho già detto in altri articoli, che un Cristo o un Buddha, dovevano per essere persone necessariamente buon umore. Umorismo-amichevole e bene, come è il caso, va bene con l'energia della saggezza e della santità. E il Witcher trasuda energia attraverso i pori quasi in un modo visibile neurocientificamente, per intenderci. Dovrebbe essere flussi di energia per mantenere il pubblico con il fiato sospeso con la sua rappresentazione di parola e solista due ore sul palco.

C'è una verità profonda in tutti il self-assurance di Rafael Álvarez (anche il pubblico devoto si percepisce così), e penso che questo umorismo talento si manifesta più rispetto verso la luce che milioni di lettori ha visto nell'autobiografia di Yogananda, che imita non la mera solennità e la engolamiento che si muove molto di più che realtà più.

Circa Autobiogragia di uno Yogi, guardare il blog di the Witcher qui

Un altro articolo di Joaquin G Weil sul autobiography di un Yogi Yogananda qui

Joaquín García Weil (Foto: Vito Ruiz)Chi è

Joaquín García Weil Si è laureato in filosofia, insegnante di yoga e Yoga camera Málaga direttore. Pratica Yoga per 20 anni e insegna dal fa undici. È un allievo di Swami Rudradev (leader discepolo di Iyengar), con cui ha imparato nel centro studi di Yoga, Rishikesh, India. Ha anche studiato con Dr. Vagish Sastri de Benarés, tra altri maestri.

YogaSala. Yoga nel centro di Malaga.

C / Moreno Monroy 5 3 ° piano. 626 08 80 86 T

Ulteriori informazioni:
http://yogasala.blogspot.com https://www.facebook.com/yogasala.malaga

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 16 marzo 2017 • sezione: Firme, Saluto al sole