Luce della scrittura / il mantra della conquista della morte

Maugeri-mṛitun-jaya mantra: trayambakaṁ yajāmahe...Traduzione, commento e pratica. Po David Rodrigo (Āchārya Jijnāsu), insegnante tradizionale dell'Advaita Vedānta.

escriturasmantras

Maugeri-mṛitun-jaya mantra "Il mantra della conquista (vittoria) (jaya) della morte (mṛitun)", Ṛig-Veda VII.59.12, ha rivelato il Ṛiṣhi Vaśhiṣhṭha-

ॐ त्रयम्बकं यजामहे सुगन्धिं पूष्टि वर्धनम्।

उर्वारुकम्-इव बन्धनान्-मृत्योर्-मुक्षीय-मा-अमृतात्॥

OM trayambakaṁ yajāmahe sugandhiṁ pūṣṭi vardhanam |

urvārukam-p. IVA bandhanān-mṛtyor-mukṣīya-mā-amṛtāt |

"Noi amiamo (yajāmahe) per del terzo occhio (trayambakaṁ) [Śhiva], dolce fragranza (sugandhiṁ) che alimenta (vardhanam) la pienezza (pūṣhṭi).

Ci libera (mukṣhīya) di tali allegati (bandhanān) distruttivo (urvārukam) come (IVA INCLUSA) la morte (mṛityor), che sono gratuiti (immortal) (amṛitāt).

O anche:

"Noi amiamo (yajāmahe) per del terzo occhio (trayambakaṁ) [Śhiva], dolce fragranza (sugandhiṁ) che alimenta (vardhanam) la pienezza (pūṣhṭi).

Come (IVA INCLUSA) Zucchine (o melone, cetriolo) (urvārukam) la tua cravatta (gambo) (bandhanān)ci libera (mukṣhīya) morte (mṛityor), che sono gratuiti (immortal) (amṛitāt).

Noi adoriamo per del terzo occhio, per Śhiva dell favorable´ (che favorisce, che ci aiuterà a migliorare veramente), ciò che ha aperto e potente, fulminante, l'occhio della conoscenza, parte superiore del corpo, il fisici e interni ed esterni, due occhi e sottile (mentale impressioni, idee, emozioni, desideri, energie, luci e ombre, anime). Il terzo occhio si illumina in entrambi gli occhi incarnati, vivificante, impegnandosi come miscelazione e bruciarli liberamente, sovrano.

Cioè il dolce profumo che alimenta la pienezza. Śhiva (che) nutrirà voi dandovi favorevoli condizioni esterne, fisiche e mentale: pace, la chiarezza e la forza. Śhiva (che) voi dandovi nutriranno il favorevole con la propria azione favorevole: la pratica intensa di culto al terzo occhio. Cioè, il vostro appassionato concentrazione (progressivamente totale) a fulminante, perfetto, conoscenza che illumina due mondi incarnati, di sé e l'altro, si mescolano, derivano e unire in un unico, in esso.

Lui, il supremo Yogi seduto in cima al mondo (il nostro Himalaya), ceneri dal crematorio di materia inerte (i nostri morti) vestito, assorbito in sé facendo tutto (il nostro essere e del nostro mondo, rispettivamente).

Armati (con il suo tridente), Signore dei tre corpi - materiale, sottile e causale o suo śhakti (Māyā), il vostro potere creativo dell'universo, seme di tutti i tempi, spazi (in tutti i tre mondi: cielo, terra e inferno), esseri (argomento di azione che si nutre di nuove esperienze e competenze) e esperienze; Re di danza cosmica ´Naṭa-rāja´ (nostra danza nella vita), creazione di lettere con il loro piccolo tamburo manuale.

Rudra, furioso destroyer della danza di tutti forme (alimentazione sua conoscenza suprema, esseri negando le sue forme di esperienza di luce, limitazione e dolore, suo briciole di torta Bliss) e reintegrati in assoluta armonizzazione in se stesso, in esistenza molto luminoso senza inizio, cambiamento o alla fine, la stessa; in amore pieno, naturale, se stessa.

Sole in pace violento che brucia i corpi e cuori con la sua presenza potente e che allo stesso tempo sta soffrendo e per il bene del mondo. Da allora riceve la sua attenzione. Luna che mai ti lascia a sua volta feed il suo sole e la riflette per lenire, così il sole finire illuminando anche poeti, amanti dell'amore.

Asceta radicale che accoglie nei suoi dreadlocks alla madre rivelandogli che cadono dal cielo per purificare la terra degli esseri umani dopo che straripano il suo corpo nudo nella neve pura, insegnando anche umiltà alla dea della purificazione, quel giorno è stata creduta per essere maggiore o uguale ad esso.

Oh Mahādeva, il grande Dio, il grande essere luce! Colonna di fuoco senza inizio né fine, che gli disse di Viṣhṇu - il Dio che opera per mantenere il dharma dell bien´ nell'universo-´tu tu sei il più grande´, di risolvere la loro controversia con Brahma - creatore Dio-, che banished all'oblio di bugiardo e avaricioso.

Śhiva, che abbraccia sua moglie Durgā, dea inaccessibile, incomprensibile, terribile, tremenda, fantastico, fantastico, figlia del Signore dell'Himalaya (Satī, Umā, Aparā, Kālī - nomi diversi per gli Stati, le situazioni e diverse azioni-), come suo ´poder´ śhakti nel mondo. È lei, il Yogini completo, che deve creare unico e la sua propria la propria prole (Gaṇeśha), servo e società, o con l'aiuto di altri elementi (Kārttikeya).

Che adorna il loro ´Devī´ di dea con fiori bianchi come neve e un gioiello, che trasportano lo stesso sul tuo collo collare: un cobra! State attenti! Attento!

È il gioco di Unione di amore e conoscenza, pieno e libertaria, libertà assoluta senza governo o legge, senza limiti di tempo, spazio e incarnazioni di idee miserabile, confusione, errore, condizioni, attaccamento, paura e morte.

L'anima libera, naturalmente, fa bene alla presentazione. Non si adatta bene con la vita delle condizioni e dei limiti (la visione del bambino di un puledro selvaggio uccisione da non essere montato fuoco registrato nel mio infine).

Śhiva mondi di galoppo. Nel suo Monte (il toro Nandi ´Felicidad´) non c'è nessuna paura, perché nulla è la morte, perché di fronte veramente nessuno.

Infine è radicale perché è le radici della pianta nel mondo ed è totale, completo (onnipresente, senza nomi o forme, senza limiti). Fuori dal mondo (le condizioni), prodotta naturalmente suocera terrore (madre di Satī).

In questo caso, se pertanto si desidera dolcezza, canti con parole d'amore, dal gusto semplice e tenero e parla della cosa è che si tenta di virtù pratica (dharma, karma puṇya) nel miglior modo possibile le condizioni - perché ogni azione è limitato, è parente-: il Yamas e NIYAMA (Yoga Sutra di Patanjali II. 29), compassione (bontà, tenerezza, affetto), armonia (concordia) e carità (generosità).

Yamas:

-non nuocere a qualsiasi essere (ahiṁsā),

-verità (satya),

-non rubare (o desiderato merci) (asteya),

-controllo degli impulsi, quali sessuale (brahmacharya) e

-non possessività (mancata accettazione come ´mio´, austerità) (aparigraha).

Niyama:

-purezza fisica (pulita) (cibo, stile di vita) e mentale (emotivo) (śhauca) (potenza corretta - Pro - del mente-corpo - cuore),

-gioia, soddisfazione (coppia anteriore di equanimità di opposti delle esperienze terrene: felicità, dolore, calore, freddo) (saṁtoṣha),

-auto-disciplina per regolare la combustione delle richieste del mente-corpo al fine di raggiungere la perfezione spirituale (tappi),

-correggere studio di differenziazione conoscenza tra il permanente (che vede, pura coscienza) e l'effimera (come visto internamente ed esternamente) (chiaramente esposti nelle Scritture come il Upaniṣhads, Yoga Sutra, Brahma Sutra, Bhagavad Guītā, ecc.) e ricordo che richiamando costantemente nel vostro peregrinare il mondo di azione e divertimento (svādhyāya); e

-sentire la presenza del divino - insuperabile conoscenza, potere, grazia, l'insegnante di insegnanti-, servirlo, amarlo, cioè, dando la vostra azione e sentimento (pranidhana Īśvara- o).

Tutte queste sono azioni favorevoli e desiderabile perché sono la causa di felicità e di gioia in una nascita particolare. E, inoltre, stanno eliminando ostacoli del male (cioè scuro) che nascondono la presenza di nostri Śhiva, vale a dire, la profondità dei nostri cuori.

Ora sei come le zucchine (o tipo di melone), estensione delle radici della pianta (Śhiva), che è nutrimento. Quando sei maturo praticando il vostro puṇya karma merito´ ´acciones cambia gradualmente, quasi senza accorgersene, la stessa canzone presso la stessa Śhiva. Non più chiederti fondamentalmente pace nel mondo e nei vostri rapporti, ora chiedo salute, soldi e amore, gli chiedono a tagliare si una volta per tutte il gambo del melone, il cordone ombelicale che collega il vostro essere con gli allegati per il tuo ragazzo e il suo mondo (incarnazione delle idee della miseria, cioè l'ignoranza e la sua espansione nella dualità di piacere e dolore).

E ora, a questo punto maturo, sanno bene che per fare così solo è culto a lui completamente, faccia il vostro intero essere, fino a quando tu non esisti, fanno, hanno, avviso o esperienza come qualcosa di diverso da esso. Śhivo ’ prosciutto Śhivo ’ prosciutto ´yo io sono Śhiva, sono Śhiva´.

In altre parole, se ancora maturo non è tagliato da loro allegati, il melone si decomporrà.

Una volta marcito in terra scura di ignoranza primordiale (del proprio essere), alcuni dei suoi semi tornerà a germinare con l'idea di me altrove (nascita) diversi (un altro corpo, altre esperienze, il proprio karma ´accion´ fruttificazione) e simili (anche limitata dalla sua identità sbagliata associata agli attributi che nascono, cambiano e muoiono le capacità e le esperienze di piacere e di luce dolore e azione, oscurità e stagnazione).

In questo modo, così nutrimento è fissato, maturazione e tagliare il gambo - che è allegato a quello che muore perché è nato..--proprio al momento giusto, viene rilasciato di quegli attaccamenti distruttive come la morte. Che è di farci libero, immortale.

Solo il veramente immortale può diventare immortale.

È solo liberarlo dove davvero non c'è niente di più che si può condizionare lui, superiore o inferiore o uguale. Cioè Śhiva-Śhaṅkara, l'esistenza di prima, senza modifiche o fine che favorisce noi farci crescere e infine distruggere il nostro ego (idea di sé e, pertanto, saranno, miniera, lo faccio, io percepisco, sperimentare) per far splendere con forza in noi l'esistenza di un, Śhiva-Śhaṅkara, che contiene il motore del mondo ed è alla stesso tempo rilassata, egocentrico, singolo pace di se stesso. Suoi due semi-aperti gli occhi del corpo e terzo occhio sveglio. E, di conseguenza, il suo sorriso malizioso, che esaspera molti.

Rompendo gli allegati che vi legano al mondo della molteplicità, azione e cambiamento, solo rompere rompere ciò che crea loro: la tua idea di ´yo sto esto´ (individuali: limitata mente e la sua evoluzione), di conseguenza, ´yo voglio, fare, possiedo, sperimento resultados´ eternamente condizionata ed effimeri.

Una volta calmo, chiaro e forte avendo portato frutti le vostre azioni di merito (puṇya karma), la tua idea di auto individuo sensibile e attore si rompe finalmente consegnarlo a lui, fusione con lui a conoscerlo bene, a tutti. Cioè, si tratti: un'esistenza, da solo, sempre presente, onnipresente, auto-luminosa, completa, libero.

Śhivo ’ Śhivo prosciutto ’ prosciutto ´yo io sono Śhiva, sono Śhiva´.

A tal fine, nel frattempo, chiamandolo, accoglierlo:

ॐ नमः शिवाय

OM Namah Śhivāya

OM Namah Śhivāya

OM Namah Śhivāya

Mio ´lo Śhiva veramente favorable´ adorare, con tutto il mio essere (azione, parola e pensiero e cuore).

Pratica

Canta il Maugeri-mṛitun-jaya mantra Dell mantra della conquista del muerte´ ogni mattina, se puoi, 108 volte - numero favorevole. È possibile utilizzare un rudrākṣha (rosario, occhi o lacrime di Rudra o Śhiva) per i conti. E, se possibile, anche di notte, prima di andare a dormire. Ogni giorno per quaranta giorni.

David Rodrigo (Āchārya Jijnāsu), maestro tradizionale dell'Advaita Vedānta

Luce della scrittura - scuola tradizionale Advaita Vedānta

Formazione "Scritture dell'Advaita Vedānta e Yoga Sāṅkhya - conoscenza e pratica tradizionale" continua.

Studio sulla profondità di Sāṅkhya Kārikā, Yoga Sutra, Viveka Chūḍāmaṇi, Bhagavad-Guītā, Upaniṣhads e Brahma Sutra, con i commentari (Śhaṅkarāchārya, Vāchaspati Miśhra, Vyāsa, Gauḍapāda, Madhusūdana Sarasvatī, Hariharānanda, Jnānadeva. ecc.). A Madrid, Barcellona e distanza. Dal 2014.

Attualmente (accesso aperto):

  • Yoga Sutra di Patanjali
  • Libro II, a Madrid (www.ashtanga-yoga-alcobendas.es)
  • Libro I, a Barcellona (nuovo corso; www.jivamuktiyogabarcelona.com)
  • Panchadaśhī (Advaita Vedanta), di Vidyāraṇya Muni, a Barcellona

http://luzdelasescrituras.wix.com/escueladevedanta

luzescrituras@gmail.com

Presentazione di David Rodrigo (Āchārya Jijnāsu)

David RodrigoViene consegnato completamente al riconoscimento pieno di sé stesso e della verità poiché nel 2008 è stato a Rishikesh, Himalaya, India ed ha dato con il suo Maestro, Dravidāchārya Rāmakṛiṣhṇan Swāmījī (Shastra Nethralaya Ashram), della tradizione Advaita Vedānta di Śhaṅkarāchārya; discepolo bramina Sarveśānanda Sarasvatī e suo insegnante bramina Śhānti Dharmānanda Sarasvatī.

Ha studiato per sei anni intensi di auto-trasformazione, contemplato, applicato ed ha sperimentato con il Maestro, in un rapporto personale e quotidiano, la sapienza della tradizione ha rivelato nelle Scritture grande complete e originale della spiritualità classica e della filosofia in India scuole rilasciando (ṣhaḍ-darśhana) e sanscrito:

-Advaita Vedānta

-Prasthāna Traya ´Triple Canon´con Śhaṅkarāchārya commento: Bhagavad Guītā, principale Upaniṣhads e Brahma Sutra. Quest'ultimo con Bhāmatī, Vāchaspati Miśhra subcomentario.

-Advaita Siddhi, Madhusūdana Sarasvatī, parte della ´Gran Prasthāna Traya Bṛihat Triple corro.

-Prakaraṇa granthas (testi secondari) come Viveka Chūḍāmaṇi, Śhaṅkarāchārya; Panchadaśhī, Vidyāraṇya Muni; Vedanta Paribhāsā, di Dharmarāja; Tantra-leśha-saṅgraha, Appayya Dīkṣhita; Dakṣhiṇāmūrti-stotra ´Himno a Dakṣhiṇāmūrti´; Pancīkaraṇa; Boddha Tattva; o Ātma-jñāna-upadeśha-vidhi.

-Yoga Sutra di Patanjali con commento di Vyāsa, ecc.

-Sāṅkhya Īśhvara Kṛiṣhṇa-Kārikā.

-Il resto delle scuole classiche (astika darśhana): Artha-saṅgraha (Pūrva Mīmāṁsā); Tarka-saṅgraha (Nyāya-Vaiśheṣhika).

-Grammatica del sanscrito (vyākaraṇa): Lanzanova-Tantra-kaumudī di Varadarāja (tradizionale semplificazione delle Aṣhṭādhyāyi di Pāṇini).

È stato avviato anche nella tradizione dello Yoga meditazione dell'Himalaya è Veda Bhāratī (Swami Rama Sadhaka Grama Ashram, Rishikesh; è discepolo di Rāma dell'Himalaya).

Swami Rama Sadhaka erba Ashram, Rishikesh ha cominciato a trasmettere conoscenza, pratica ed esperienza della scrittura e della meditazione; e coordinato Dhyāna Gurukulam, la scuola tradizionale dell'ashram.

Nel 2014 la vita ti riportata in Spagna, mettendo a disposizione direttamente - senza vesti o conversioni per quello che sono non-, conoscenza, pratica e l'esperienza di queste Scritture della saggezza universale che sorgono e portare alla realizzazione diretta e immediata del stesso: esistenza, la coscienza, la stessa felicità, senza differenziazione o trasformazione, illimitato.

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 3 ottobre 2016 • sezione: Firme