Ramiro Calle, lo Yogi

Si tratta di un'intervista molto speciale con Ramiro Street. Piaciuto sapere ciò che è stato dello spirito dell'autore del libro che ha iniziato a innumerevoli persone in strada dello Yoga. E abbiamo trovato, quarant'anni dopo la scrittura, che Ramiro è ancora più che mai, Lo Yogi. Carmen vecchia ha parlato con lui per più di due ore. Presto, pubblicheremo la seconda parte: Ramiro, il maestro.

Libri-ramiro-Street

Fa quarant'anni Che cosa Calle Ramiro ha cominciato a scrivere la storia della Ananda, lo yogin, che sarebbe ancora Ananda, ha iniziato e Ananda, l'eremita. In Spagna sono pubblicati insieme in un unico volume: Lo Yogi. Era per i motori di ricerca molti la chiamata di output a guardare verso est e scoprire il cammino dello Yoga. Per questo motivo, Abbiamo voluto offrire un riconoscimento pubblico attraverso questa intervista.

Oggi Lo Yogi Essendo un lavoro di riferimento pienamente valida: A parte l'impronta spirituale, capace di ispirare e generare rispetto e devozione da Yoga, contiene un informazioni preziose su concetti essenziali di loro diversi rami della saggezza in Oriente e costituisca di per sé stesso una guida di cui prendere mano lungo la vita di ogni praticante.

Nella forma del romanzo, Lo Yogi è una finzione di sapere enciclopedico e del fondo intimo, in cui il pellegrino del percorso all'interno può vedere riflessa i loro desideri, paure, sfrutta e inciampare.

Questo libro, quaranta anni dopo, ispirato da questa intervista a Ramiro Calle, non lo scrittore o per lo studioso, ma per il professionista, per il sadhaka, al Yogi.

Domanda: Lo Yogi È la storia di un'instancabile ricerca di l'India... dai suoi primi viaggi, sentiti che "sono già stato qui"? Avete trovato dopo tanti anni perché è nata in Spagna e non l'India?

Quando ho viaggiato a l'India, c'erano molte cose che sono molto diffidenti a me: prima di tutto, che tutti i grandi maestri mi ha aperto le porte, anche i più inaccessibili. E che alcuni insegnanti mi chiamano ramo, perché questo era il nome del grande diffusore dell'insegnamento spirituale.

È vero che sono sempre stato in che la diffusione del Dharma. Ogni volta che volevo smettere di scrivere, un editore mi ha offerto un gancio qualche proposizione innegabile. Ora, per esempio, che aveva deciso di non ritorno alla scrittura di un libro, che avevo di nuovo per renderlo con Prendere un respiro. Questo lavoro è andato a discapito spesso della mia evoluzione interiore perché ho dato molte ore di trasmissione, che se li aveva dedicato me me, ora sarebbe un jivamukti, un liberato (ride).

Fare "Spirituale malinconia", "nostalgia dell'incontro con lo sé", ancora perseguitato oggi?

Sì, è il vuoto esistenziale che mentre non riempiamo della grande mente, continueremo vivendo. È il desiderio di essere o cosmica solitudine, una costante in tutti i miei romanzi: in Yogi, in Il fachiro in Il Tempio di ghiaccio, in Le sette iniziazioni. In tutte le mie storie, le esperienze di protagonista che il desiderio di essere come non ritenga, che conduce a vivere il "tris" di San Juan de la Cruz, la "notte oscura dell'anima".

Il grande inganno, la grande bufala di questa società è farci credere che può riempire quel vuoto dentro cose di marca, persone o situazioni dall'esterno. Quindi il vuoto ogni giorno che cresce più. Può riempire solo è noi stessi.

Questa immensa insoddisfazione nasce dalla ricerca per realtà che abbiamo guizzo, e come l'ambiente non è il più favorevole a tale ricerca, persone provano molta infelicità.

Il padre del protagonista di Lo Yogi Egli dice a suo figlio: "È necessario consentire che tue ambizioni spirituali verranno impedirà per soddisfare il vostro karma familiare". Ti senti Ramiro che è stato in grado di conciliare questi due Dharma?

Io sono un abitante della città Yogi. Urbano Yogi deve imparare a trattare con due oceani: la vita quotidiana e la vita spirituale, che non è niente di facile. Molte volte troviamo dividono tra la riva di esso fisico e tangibile e la sponda di esso spirituale. Ma ciò che non è nelle nostre mani è la rinuncia totale. Perché come ho detto Ramana Maharshi, se dev'essere, prenderete. Ma non si può prendere.

A quaranta ho voluto chiudere lo Yoga che aveva e dedicarmi alla rinuncia totale. La mia prima moglie, Almudena Hauríe Mena, anche insegnante di Yoga, sono stato incoraggia: 'Diventare un sadhu', ma questo è qualcosa che uno non può scegliere liberamente. Quindi credo che Ho progettato in Lo Yogi: un simbolo di quello che avrebbe voluto essere.

Un di loro strumenti principali che utilizza il protagonista del suo libro nel suo cammino spirituale è l'introspezione: "invece di guardare verso fuori, io avevo abituato a guardare verso di me stesso". È arrivato per isolare quel naturale predisposizione verso l'interno?

Quando è una ricerca spirituale, è sempre solo. Ognuno deve risolvere la propria vita all'interno. In qualche modo, sono senza essere. Non arrivare per integrarsi in questo film che nello Yoga chiamiamo samsara; viverla esterno come se ti manca la sostanza reale che c'è quello sguardo all'interno.

"Un sannyasin è lontano il sacrificio esterno per eseguire l'interno". Pentito di aver rinunciato a qualcosa?

Ho rinunciato a sui bambini. Già in mio Autobiografia spirituale Ti dico che ho annunciato che era a mio padre quando ero un bambino, che non avrebbe avuto figli. E poi ho detto a me stesso: "Solo se il fallimento nel trova il figlio dello spirito, le farò avere loro figli della carne". E per quanto riguarda queste altezze non so se avete trovato, non li ho intenzione di avere ora, che già sarebbe nipoti...

Una vita molto facile ed edonistica che potrebbe condurre fin dal primo momento, ho rinunciato alla perché mio padre era uno dei principali datori di lavoro che ha avuto in Spagna. Ma quando si arriva alla ricerca, e non si può perdere.

Ma non mi dispiace. Solo che uno è domande è la sofferenza che è stato in grado di causare ad altre persone. Le persone che sono state con me ha sentito che alcune porte erano difficili da aprire, come ha recentemente espresso mia moglie, Luisa, nel documentario In viaggio verso l'interno, Calle Ramiro. Certo che a tutte le mie coppie di che li hanno causato sofferenza per questa forma essere, così interiorizzato.

"Osservare la mente senza fallire, tali come se ti siedi sulle rive di un fiume e strettamente osservata l'evoluzione delle acque". È questa l'essenza della loro pratica e maestria?

È quello che mi ha permesso in questa società, davvero terrificante e spaventoso. Mi piace non, come è successo a Herman Hesse, con nessuno dei valori di questa società. E l'unica forma di tenere voi in lei è situare, come dicono nel Yoga, nella testimonianza di coscienza e aspetto e aspetto. Il mio maestro e uno dei miei fratelli spirituali, Babaji Sivananda di Varanasi ha detto: "Vedi, tace e sorride". È molto difficile essere nel fango senza macchia si o passare per il fuoco senza bruciare si. Si paga un tributo molto alto di vivere in questa società. Ma né c'è un'altra opzione: hai intenzione di una caverna in Himalaya ed è esso stesso, inoltre è società e solo che hanno problemi con lo Yogi al lato o con la giustizia che vuole portarvi della grotta. Il grande segreto, fino alla fine, è l'equanimità.

"La danza cosmica di Shiva nascosto piccole cose che solo i grandi uomini non possono scoprire loro." Quali sono alcuni di quei giganti inezie?

Così tutti i giorni è la verità, ma, come ha detto un maestro Zen, quelli che conosce altre persone non si conoscono e Vedi vedere. Saremo lieti dell'avventura, vediamo l'ora per il grande evento, ma vita è formata da una successione di piccoli momenti. E solo se chi vive con attenzione, fatti che sono il primo e l'ultimo, con il suo peso specifico. Sempre alla ricerca finora che non non vedi ciò che è a fianco.

"Immergersi in se stessi e rendere possibile esperienza voi, essere consapevoli del vostro essere". Che essendo la scheda principale che dà ai suoi studenti?

È l'unico modo per pulire il fango ci trasporta nell'inconscio. Si parla molto dell'inquinamento ambientale; ma mentale e mentale è molto più grave. L'unico modo per desalienarnos sta cercando di interrompere la connessione con l'esterno e bere nelle acque fresche del nostro essere interno, per qualche istante. Dobbiamo insegnare questa pratica a tutti i bambini. Tutto in questa società ci aliena, ci allontana. L'unico modo è quello di scollegare.

Ogni giorno prima cosa fare la mattina, ancora a letto, è quello di sentire il mio corpo e la mia tappa di respirazione. E tutto il giorno alla ricerca di momenti per tale disinnesto.

"Per evolvere c'è quell'ordine quel mondo caotico all'interno, cosa c'è di positivo in uno e striscia la riforma è di tutto il carico negativo". Oggi Ramiro è soddisfatto che il personale polacco che sforzo sia anni ha portato?

Che ho avuto polacco più di chiunque altro. Ho attraversato tremenda crisi di panico ansia, un vero rompicapo per la mia povera madre. Lo yoga senza di essa sarebbe finita in un ospedale psichiatrico. Come sono sopravvissuto grazie all'indagine e alla psicoanalisi. Era una personalità estremamente frammentata, di non essere in grado di comprendere questo stile di vita. Volendo trovare l'altro, ha vissuto le notti oscure dell'anima. Da che è così importante andare agli insegnamenti autentici e tradizionali, che vengono dalla trasmissione genuina.

Non abbiamo possiamo sprecare la preziosa eredità dello Yoga. Che dire di verità fa male è che è conosciuto come poco dello Yoga. È che è sconosciuto tutti quei testi importanti, tutta la storia, l'estate, li fonti... Arrivati a dire, anche a un'università, Hatha Yoga è un'invenzione di adesso...

Perché si tenta di creare ciò che è già creato? Questo è inconcepibile. Non è il nostro messaggio, è insegnamento!, lo Yoga è insegnamento! Se le persone escarbara a sfondo in esso, è dare ha di che è impressionante. Ho preso sessant'anni fa e anche credo un apprendista, perché è del tutto incomprensibile.

"Se qualcosa di insistere molto sacro insegnamento dello Yoga, è che non entra niente per niente, deve fare un grande sforzo per trascendere le limitazioni e ottenere l'evoluzione superiore." Questo sforzo, come si è materializzato nella sua vita e sta ancora prendendo forma?

Mai e poi mai lascio vincere dalla pigrizia; Anche se molte volte, devono superare la pigrizia attraverso la volontà e lo sforzo. C'è un altro grande fallacia oggi in tutti questi neos-yoga che stanno emergendo. Dice che non c'è che fare alcuno sforzo, è della moda li hanno maestri della "già sono illuminati". In sostanza abbiamo una coscienza Cristo, Buddha, ma quanto deve essere fatto per liberare noi! Solo allora, è tratta della non sforzo all'estremità dello sforzo. Non c'è alcun grande maestro che non ha dovuto fare grandi sforzi, nessuno. Basta vedere la storia, Milarepa, Gesù, Buddha... È un errore terribile che è tutti questi guru che predicano che Yoga, Tantra o Vedanta senza sforzo. Che non esiste. C'è la grazia, ma deve vincere da noi stessi.

Qual è il tuo yama o niyama più caro?

MI yama e niyama carissima è rifusione nella compassione, che io sono uno strenuo difensore degli animali e un pacifista testardo. Durante anni, nel programma che ha fatto con mio fratello Miguel Angel, da allora speso è l'Iraq, ha detto: "mai estrecharé la mano o di Aznar, né di Blair o di Bush, perché non mi piace macchia me di sangue". Volevo metterti un reclamo ad Aznar da portare al mio paese per la guerra. Dobbiamo difendere la pace. Se non c'è compassione, tutti gli altri valori sono inclusi. Tutte le altre Yama e niyama è inutili se non c'è compassione infinita, apertura del cuore, tra cui tutti gli animali.

Nel libro consiglia questo atteggiamento: "evitare loro estremità e trovare il percorso dell'equilibrio, dell'armonia". Equanimità è un altro dei suoi valori più ricercati ed esercitato?

È più cerco di esercitare: l'equanimità ben compreso che non è semplicemente reagire eccessivamente o con allegato o odio, ma mantenere l'equilibrio tra questi due falsari grande che è afferrare e odio, attaccamento o avversione.

"Ogni giorno è eccellente quando siamo in pace con noi stessi." Ed è pace il valore che più è elencato in questo momento nella tua vita?

Non c'è niente che pagare pace un momento di. In questo pianeta, di cui è ha detto che è il manicomio di loro gli altri pianeti, così unici che può mantenere è la pace e l'equilibrio. Già il Buddha disse: "il singolo che è la pace interiore". Tutto il resto è divertimento, intrattenimento e distrazione...; ma questa non è la felicità interna.

Il suo personaggio dice di Lo Yogi: "Fino a tal punto è stato accentuato il mio disagio e disperazione ho deciso di sospendere le mie meditazioni". Qual è stata la 'notte scura' di Ramiro Calle?

Molti. Ho ultima un numero infinito di notti scure. La sua vita è un susseguirsi di crisi; la cosa importante è di lasciarli come crisalidi, vale a dire crisi con le ali, crisi di crescita e sviluppo. Ma un cercatore. costantemente attraverso la crisi, perché la sua solitudine è sempre lì. Come si dice che il sazio non può capire gli affamati, che non è il motore di ricerca non può capire questa immensa preoccupazione per sciogliere con tutti.

"La paura è uno degli ostacoli più gravi." Anche rabbia, ignoranza, dissipazione". Quali sono stati il più difficile da superare gli ostacoli?

La mia psicologia è stata la più difficile. Ero un bambino di problema e dovuto suturare molte ferite aperte che aveva nella mia psiche, coprire le crepe dell'anima, e cercando, per quanto possibile, di cauterizzare loro saggiamente. Anche molte tendenze antojadizas e capriccioso che aveva fin da bambino. Per l'essere il primogenito in una famiglia in cui ho sobreprotegian e rovinare, ho avuto che vanno Unlearning. Lo Yoga non è solo apprendimento; lo Yoga è molto più disimparare. Gettare in mare le accumulazioni che tutti abbiamo e che ci condizionano. Il mio apprendimento a questo proposito è stato molto lungo e goffo. Miniera di un maestro buddista ha detto: "alcuni in esecuzione, gli altri a piedi, altri trascinando è, ma alla fine vedremo tutto nell'obiettivo". Mio modo si trascina me; ma non ho lasciato di drag me, che è così importante.

"Persino l'Anacoreta che durante tutta la sua vita è isolato in una grotta bisogno del suo grande amore per la divinità". È Ramiro Calle un bhakti Yogi?

No, non lo sono, perché un bhakti Yogi è che è alimentato fondamentalmente dell'anelito e della "muoiono perché non morire", della divinità. Non sto o teistico o ateo, sono ciò che è Impossibile chiamare transteista, nel senso di andare più di là dei loro modelli di Dios o non Dios. Di che nel mio romanzo Il fachiro utilizzare per la realtà ultima il termine del vuoto primario. Se c'è tutto o niente è irrilevante: tutti coloro che vivono la propria esperienza.

Io sono più un karma Yogi, un jnana Yogi, un raja Yogi e un hatha Yogi. L'inconveniente del Bhakti è che approfittare di tutte le sette e fazioni, perché ci sono molti devoti che non sono maturi e cadono in queste reti. Il bhakti che Yogi è i più deboli, perché è sia il tuo amore che si può ingannare da tutte le parti. Dobbiamo unirci Bhakti, Jnana e rossi, se non riesci a tornare un fanatico. E ' meglio molti di questi terroristi che vediamo sono bhakti Yogi, nel cattivo senso della parola...

"Get nel Yoga il tuo compagno, il tuo amico, il tuo amante, la famiglia più amata". 60 anni dopo la dedizione allo Yoga, mantenere quel rapporto preferito?

Un essere umano senza il Dharma, senza la formazione, è nulla. Schopenhauer ha detto che il Upanishad erano stati per lui il comfort della sua vita e la morte... Dico che lo Yoga. Nei momenti peggiori della mia vita, solo che ho avuto è davvero lo Yoga, che alla fine e all'interno è Unione con il potere cosmico, come vuole ogni uno capire e Unione con uno stesso e con loro gli altri.

Lo Yogi dovrebbe essere un anarchico. Non dimenticate che lo Yogi, nelle sue origini, era un rivoluzionario che ha reagito all'ortodossia soffoca dell'Induismo. Buddha ha reagito anche l'ortodossia. Tutti i mistici sono rivoluzionario e perché società ha abusato loro, iniziando con San Juan de la Cruz, perché non sono lasciati a mettere nella gabbia del sociale stampi.

Rete di Carmen Viejo Yoga. Erede di vecchio Carmen insegna yoga, scrittore e giornalista.

(Coming soon, parte seconda: Ramiro, Maestro)

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 21 luglio 2016 • sezione: Intervista