Intervista con Babacar Khane: "applicazioni di yoga sono corrente a pieno"

Lo Yoga egiziano sviluppato da Babacar Khane è che un originale insegnamento di facile accesso e molto adattato per persone occidentali. Abbiamo parlato oggi. b Khane dai suoi inizi in yoga e anche che l'adattamento degli insegnamenti dello yoga per un'altra cultura e un'altra volta.

Babacar khane

Era nato a Dakar nel 1935 in una famiglia di sufi, ma si considera come un cittadino del mondo. Fin da giovanissimo si interessò lo spirito attraverso il corpo, esprimendo una natura mistica. All'età di 18 anni ha trovato un insegnante indiano che ha rivelato a lui, l'induismo e gli insegnamenti di Paramahansa Yogananda.

Si trasferisce a l'India per incontrare con i discepoli di Yogananda, che hanno ricevuto un insegnamento completo di Kriya Yoga e Yoga di Patanjali. Dottore in osteopatia e la chiropratica, Yogi Khane ha lavorato a stretto contatto con personalità del mondo medico, soprattutto gli psichiatri e reumatologi. Per molti anni ha lavorato con e ricercato con il famoso gerontologo e reumatologo Dr. Baumgartner, con cui ha collaborato nel trattamento dei pazienti reumatici.

Babacar Khane, uomo di sintesi persuase l'unità spirituale dell'umanità, ha sviluppato un originale metodo di insegnamento associando tre discipline: l'Hatha Yoga dell'India, gli stili interni di Kung-Fu (Nei Shia) e lo Yoga dell'antico Egitto. Questa partnership ha permesso di creare tecniche di yoga più efficace nella prevenzione e nel trattamento di molte malattie.

È il fondatore dell'Institut International de Yoga, con sezioni in diversi paesi del mondo. Poeta e scrittore, ha pubblicato libri come Lo Yoga dei faraoni, invito per lo Yoga, lo Yoga della verticalità, lo Yoga della parola e Lo Yoga della preghiera.

Come facevi a fare yoga.

Sono nata in una famiglia sufi dove si consiglia di praticare lo yoga. In uno dei grandi rami del Sufismo, yoga è considerato una disciplina che accelera l'evoluzione spirituale, favorisce la meditazione e il controllo stesso, elementi chiave in questo modo. L'idea di praticare lo yoga è presente in tutti i Sufi coltivato. Anche la tradizione sufi è consigliata per ottenere la verità per l'India o la Cina. Tutti questi motivi mi ha portato per la pratica dello yoga.

Come ha ricevuto il? l'insegnamento di Yagananda Yogananda?

Molto giovane, ho avuto il grande piacere di incontrare con lo Yogi Shankara, che era in viaggio in Africa, e ho iniziato nel Mantra Yoga. Poi ho ricevuto gli insegnamenti di Paramahansa Yogananda per sette anni, nel corso del quale effettuato diversi soggiorni in suo ahsrams di l'India e ci. Era in alcuni esercizi di Yogananda)esercizi energizzanti) dove ho trovato le regole e le tecniche delle contrazioni e rilassamenti. Era pertanto Yogananda che mi ha messo sulla strada di Kung-Fu (in cui ha approfondito dopo di me a partire nelle arti marziali). È stato anche chi ha diretto la mia ricerca verso la tradizione dello Yoga egiziano. Sono rimasto molto colpito da una fotografia che mostrava Yogananda davanti alle piramidi di Giza, un viaggio che fece in Egitto nel 1935.

Tra i punti essenziali degli insegnamenti di Paramahansa Yogananda evidenzio l'apertura tutte le tradizioni e l'esigenza di complementarità tra Oriente e Occidente. Tutte le guide il mio approccio a questo proposito.

Qual è la tua vista? l'insegnamento dello yoga?

È necessario adeguare lo yoga senza distorcerla, basata sulle tradizioni di l'India, la Cina e l'antico Egitto per meglio rispondere a tutte le esigenze terapeutiche, psicologiche e spirituali dell'umanità attuale. Sebbene lo yoga è un'antica disciplina, le sue applicazioni sono più che mai d'attualità. Oltre agli aspetti terapeutici, ci sono molte altre aree dove lo yoga può essere di grande aiuto, anche per le persone che non sono interessati nel percorso di ricerca spirituale; ad esempio, nello sport. In Senegal, Costa d'Avorio e altri paesi hanno aiutato molte squadre sportive nazionali per vincere, con un'enfasi sulla gestione dello stress e recupero.

Cosa ne pensate di? l'insegnamento di Selvarajan Yesudian?

Anche se mai ha avuto il piacere di incontrare me con lui, cito volentieri a Yesudian perché era l'unico professore di hatha yoga contemporaneo ne contrazioni e rilassamenti. Nel suo primo libro Yoga e sport Pubblicato una serie di esercizi di contrazione e rilassamento. I suoi insegnamenti in questa zona sono molto vicino a quello che faccio nel Kung-fu. È la prova che nella tradizione dello yoga la contrazione e rilassamento sono conosciuti molto bene.

Davvero, se sai come leggere, le contrazioni sono chiaramente menzionate nella Hatha Yoga Pradipika (Trattato della tecnica da Hatha Yoga). Ad esempio in Salabhasana, cavalletta, si dice che la gamba deve essere dura come un bastone. Questa valutazione indica che dovete ottenere la gamba (o gambe) in questa posizione. Il sito web del Dr. Pascal Prévost, Sciensport, parla degli effetti delle contrazioni e decontracciones e afferma che è un modo molto efficace per combattere l'invecchiamento e aiuta a riparare lesioni muscolari, legamenti e tendini. Possiamo dire che Grazie alle contrazioni possono rigenerare le ossa; contrazioni e decontracciones migliora la circolazione del sangue, favorendo così l'assorbimento del calcio. Essi sono particolarmente utile per coloro che hanno sofferto le fratture, promuovere la ricostruzione ossea e mantenere un buon tono muscolare nonostante immobilizzazione in gesso che significa. Gli scienziati tedeschi presso l'Università di Tübingen hanno studiato gli effetti della contrazione e decontracciones in atleti, risultati che migliorano le prestazioni e prevenire gli incidenti.

L'idea del processo di adattamento dell'insegnamento dello yoga non è una novità: è interessato in particolare il Vinyasa Krama Quando si parla di strada della progressione graduale. Deve fare yoga accessibile a tutti e lasciare che tutti godere dei benefici di questa disciplina.


Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 2 set, 2015 • sezione: Intervista