Yoga e fisiologia esoterica / parte 1

Sappiamo circa "l'energia", alla luce della conoscenza yogica classica? Diaz amichevole, professore dell'associazione spagnola dei praticanti di Yoga (AEPY) dal 1983 e formazione degli insegnanti, ha scritto questo interessante articolo che pubblicheremo in due parti in questa settimana.

Meditazione yoga

Quando ci riferiamo alla parola "esoterico", nello Yoga, intendiamo che ci riferiamo ai processi che appartengono alla sottile, illimitata e/o trascendente realtà dell'essere umano, e che solo è in grado di percepire un modo intuitivo di menti predestinati, o, nel caso di persone normali, attraverso un lavoro preliminare che verrà essere trasformando il suo corpo di sensibilità e mentale; Pertanto sarebbe un esercizio inutile per tentare di trovare somiglianze con la realtà tangibile del corpo denso.

Per questo motivo, nello Yoga il concetto che abbraccia "l'energia" non può essere considerato solo come una credenza, perché lì, nella nostra realtà degli esseri umani gli aspetti e le possibilità legate alla quale la realtà illimitata rappresenta. E qui è dove la fisiologia esoterica è, forse, il tuo sito Web.

L'eredità indù riguardo a questa edizione appare nel sistema VedantaNel Samkhya, Nel Upanishad Yoga e anche nella Tantra. Per non parlare, anche, quello cosiddetto fisiologia esoterica è parte di altre culture con grande tradizione filosofica, religiosa e mistica, in Occidente e altrove in Oriente.

Per risolvere questo problema, per quanto riguarda la disciplina pratica dello Yoga, appaiono due fonti maggiore, già citato in precedenza: il Vedanta (relative all'ashtanga yoga di Patanjali e Yoga Upanishad), e il tantrico.

Il Vedanta e il Samkhya, si riferisce alla teoria dei tre corpi e la loro energia cappotti o wrapper:

  • Sthula: Annamaya e pranamaya kosha.
  • Sukshma: Vjnanmaya e manomaya kosha.
  • Karana: Anandamaya.
  • Prana.
  • Vayus.
  • Energia solare.
  • Energia lunare.
  • NADI.

Da parte sua, l'approccio tantrico-correlati:

  • Hatha Yoga.
  • Prana
  • I chakra
  • I Nadi.
  • L'energia solare.
  • L'energia luna.
  • La Kundalini.
  • L'Amrit.

Tipi di energia

-Energie cosmiche:

  • Shakti.
  • Solare.
  • Lunare.
  • Tellurico.

-Energia relazionato con il respiro/respirazione (vayus):

  • Udana.
  • Prana
  • Samana.
  • Apana.
  • Vyana.

-Energia trasmutata:

  • Kundalini.
  • Amrit
  • Mentale.
  • Vitale.

-L'aura.

La Shakti

È l'energia cosmica che è venerato dagli indù; Dipende il dinamismo della vita e l'esistenza stessa degli dèi, principalmente, Shiva. Secondo la tradizione yoga tantrico, la Shakti sono anche diversi tipi di energia che usiamo nella pratica yogica, soprattutto il kundalini, il ruolo che svolge nel raggiungimento dell'illuminazione.

Solari e lunari

In Yoga, solari e lunari sono parte di quelle realtà cosmica che derivano facilmente in risposta di identificazione umana e, forse, perché noi diamo anche - attraverso la pratica dello Yoga-che esistono similitudini tra queste realtà e certe dimensioni della nostra interiorità.

È sempre positivo nello Yoga per lavorare coscientemente con esperienze che superano i limiti di sé, il mentale e psichico.

Secondo la tradizione indiana, il potere alle Nadi è retto dal movimento del sole, la luna e i terrestri da movimento terra.

L'energia solare è spesso associato con la destra nadi)Pingala) e con l'energia mentale, mentre l'energia Luna è con la sinistra nadi)IDA) e con l'energia vitale. Tuttavia, è necessario sottolineare che non c'è unanimità tra le scuole del Hindu al momento della concessione per il flusso di energia mentale giusto nadi e il neo sul lato sinistro.

L'energia Luna viene anche dal "nettare dell'immortalità")Amrit). Nella struttura di energia del corpo, questa energia è associata a Bindu visarga (chakra della corona).

L'energia tellurica

Energia tellurica è relativo all'elemento naturale "Terra")GaBrYeLe). È l'energia che esiste meno teorizzare, perché parla solo di esso in relazione all'orientamento di Muludhara, poiché questo chakra, secondo alcune scuole, sarebbe orientato verso la terra e quindi senza la proiezione sulla parte anteriore del corpo. Tuttavia, ci sono varie pratiche che utilizza l'energia tellurica, come contrappunto a un eccesso di pranificacion che a volte possono verificarsi in Yoga Yoga. Questi esercizi sono costituiti da schermi, o contatto fisico dal corpo, piedi o mani.

Il Prana e l'Apana

Prana È l'energia che permette la vita e il corretto funzionamento del nostro corpo; È in aria, cibo, acqua e sole. E, secondo la tradizione yogica, arriverà un momento che possiamo nutrire solo di prana.

Nel nostro corpo, quando è considerato uno dei cinque vayus, prana occupa lo spazio fisico del torace.

Apana, o interruzione dell'alimentazione, appare come opposto prana e si trova nel corpo tra l'ombelico e il pavimento pelvico.

A prima vista, il rapporto tra Prana e Apana potrebbe essere considerato come un equivalente al meccanismo di respirazione; Confronto con il prana ossigeno e anidride carbonica2 con apana. In entrambi i casi, la fonte originale è l'ossigeno e prana, anche se avrebbero dato un prodotto finale diverso, una volta soddisfatte le sue funzioni: anidride carbonica per ossigeno e apana in prana.

Tuttavia, si potrebbe dire che le somiglianze sono state completate sulla somiglianza dei processi poiché, se persistiamo nel riferirsi a tutto il corpo visibile, torniamo ai contenuti del sé, mentre energia che fisiologia si riferisce al livello di essere e la realtà sottile.

Udana

Questa origine di vayu è la linea delle clavicole e arriva fino al collo e la testa; È coinvolto nel corretto funzionamento dei sensi e funzione di discorso.

Samana

Samana si estende dalla parte inferiore dello sterno e raggiunge l'ombelico; Ha una funzione interna, operanti principalmente sulla digestione.

Apana

Apana comincia nell'ombelico e finisce nel pavimento pelvico. La sua funzione consiste nell'eliminazione dei rifiuti interni ed esterni.

Vyana

Si muove nell'ambiente del corpo, armonizzare le energie della vayus diverse.

Kundalini

Kundalini è il nome che è attribuito all'accumulo di energia dalla Sakti e che ci avevano già dato al momento della nascita; Questa energia è intorpidito e nascosto nella base della colonna.

Nostro corpo sottile possiede una struttura stessa, per il momento che questa energia è messo in movimento e, in questo caso particolare, è la nadi Sushumna con loro tre molto belle interno nadis)chitrini, vajrini e brahmani) che destinerà l'energia kundalini, quando viene messo in movimento.

Al momento del "Risveglio" questa energia inizia l'emergente movimento di brahmanadi, dalla base del tronco per il settimo chakra, Sahasrara, generazione di illuminazione in modo irreversibile.

L'Amrit

L'Amrit o "nettare dei", Secondo la tradizione il tantra di Hatha Yoga, è un fluido che dona l'immortalità a chi sa come usarlo; si verifica in Bindu Visarga, è associato con l'energia Luna, stati meditativi e coscienza testimone)Sakshi).

Secondo la tradizione yogica, ignorando l'esistenza di questa sostanza e il suo spreco sarebbe degenerazione biologica / inizio fisica e la morte della persona.

Nell'opera di Yoga, può stimolare la secrezione di amrit grazie a posizioni invertite, per la visualizzazione di determinati percorsi chakraticos, alla concentrazione nel Bindu visarga, ecc.

Quando la sostanza supera il Vishuddhi chakra, Questo è dove dovrebbe essere utilizzato per ottenere i benefici attesi, abbiamo un uso improprio di "questo nettare". Se si arriva a Manipura e ci hanno consumato, non produrrebbe alcun beneficio.

Di conseguenza, Yogi, oltre ad aver sviluppato tecniche che stimolano e aumentano la propria produzione, anche sapere come riutilizzarlo nel caso in cui scorreva incontrollato. Per questa circostanza, essi propongono che invertito posture, sono realizzati principalmente per incoraggiare il suo ritorno, poiché fino al vishuddhi manipura.

L'Aura

Appartiene alla fisiologia esoterica, dal momento che appartiene a queste realtà che non catturano i sensi, non contenente sentimenti e che non è presente nella coscienza yoica.

L'aura può essere definito come l'energia che emerge da tutto il corpo, sapere quale funzione sul corpo fisico, intuyendola anche quando, ad esempio, in una situazione diadica, qualcuno invade il nostro spazio interpersonale sulla privacy, o dove percepiamo la presenza di qualcuno o qualcosa senza vederlo.

Questo strato di energia si trova circa venticinque centimetri del corpo denso, ha un volume e vari colori che possono corrispondere a diversi organismi di cui parla il Vedanta e variare con Stati di umore o di salute.

Questa aura può essere visto da persone che sono molto sensibili o con capacità extrasensoriali.

Nella pratica dello Yoga, esso è un po ' relegato nell'oblio, forse a causa dell'esistenza della moltitudine di opzioni che lo Yoga offre.

Stimolazione dell'aura e la consapevolezza da parte del soggetto ci testimonianza, facilita l'esperienza della coscienza espande i confini della mente e coscienza e che ci unisce all'istante alla coscienza cosmica.

Relazione e/o funzione delle principali potenze yogiche

Energia cosmica:

  • Scia → Shakti→KUNDALINI.
  • Mentale → solare (destra nadi, Pingala).
  • Vitali Lunar→ (nadi, Ida e amrit a sinistra)
  • Telurica→ Visualizzazioni, il tifo.
  • Prana respirazione (chakra e nadis) →

Poteri legati al respiro/soffio (vayus):

  • Prana→ con assorbimento di energia.
  • Apana→ con la rimozione.
  • Udana→ con i sensi e discorso.
  • → Samana con funzione digestiva.
  • Vyana → con l'ambiente del corpo.

Energia trasformata o trasmutadas:

  • Sakti →Kundalini→ muladhara →con risveglio.
  • Amrit → → lunare bindu visarga →logro dell'immortalità.
  • Aura → con tre corpi, i loro cappotti e purusha.
  • Energia mentale → solare (pingala).
  • Energia vitale → lunare (ida) e amrit (bindu visarga).
Prossima puntata della parte 2 del presente articolo: Strutture attraverso il quale scorrono le energie yogiche, secondo Tantra (Nadi, chakra e altri circuiti di energia)

Amichevole Diaz Lei è professore dell'associazione spagnola dei praticanti di Yoga (AEPY) dal 1983 e gli insegnanti, con la propria scuola a Madrid, dal 1995: Centro Yoga Pantanjali.

Discepolo di Eva Ruchpaul, consapevole degli insegnamenti di b.k.s. Iyengar e André Van Lysebeth. Psicologo clinico in esercizio.

L'ex presidente del AEPY ed ex Presidente, da quattro anni, la Commissione didattica dell'associazione europea di Yoga (UEY).

Per più di vent'anni, viene ad esercitare sul serio e rispettare questa nobile disciplina, che collega la sua attività per contattare l'India con swami Veda Bharati. La sua vasta esperienza permette di considerare Yoga, nel suo aspetto terapeutico, come il metodo psico-fisico completo e più opportuno per risolvere i problemi di esaurimento, stress e ansia, senza dimenticare che lo Yoga è, innanzitutto, realizzazione spirituale.

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 28 luglio 2014 • sezione: Firme