Yoga Sutra di Patanjali Maharishi 3

Questo è il terzo capitolo della Yoga Sutra Patanjali Maharishi nella versione di Swami Durgananda, direttore di internazionale de Sivananda Vedanta Yoga dell'Europa centri. Oggi vedremo il versetto 1 e versetto 2. È una collaborazione del centro de Yoga Vedanta Sivananda a Madrid.

Patanjali

Il Sutra Patanjali sono un manuale completo per l'indagine e il controllo dei nostri pensieri. Una scrittura classica e una guida per olistici aspetti fisici, mentali e spirituali della meditazione.

Le recensioni di pratiche e dinamiche di Swami Durgananda il Raja Yoga Sutra sono frutto dell'ispirazione di grandi Yogi Sri Swami Sivananda e Sri Swami Vishnudevananda e la sua pratica intensa.

Versetto 1

Versetto 1

Lo yoga è ora spiegato.

Patanjali è molto coscienzioso spiegando la precisione della parola "Yoga". Lo yoga è l'Unione tra il jiva e atman. Il jiva è l'anima individuale composto da tre corpi. Abbiamo bisogno di sapere come l'anima individuale, ma alla fine ci dobbiamo trascendere.

La parola "trascendere" può essere fuorviante, perché suggerisce che ci stiamo ignorando qualcosa, ma per mezzo di conoscenza capita che il jiva è solo uno strumento e l'idea di essere un'anima separata scomparirà. Ignoranza, avidya, scomparirà attraverso la conoscenza, vidya. Vidya si mostrerà che fate non vi sono il corpo. Non si tratta di una realizzazione improvvisa, ma qualcosa che viene visualizzata per la sadhana, pratica spirituale. La sadhana conduce alla conoscenza e la conoscenza che insegneremo Non siamo il corpo o la mente.

Versetto 2

Verso2

Lo yoga è quello di sopprimere l'attività della mente.

Questo famoso versetto è una spiegazione completa di Yoga di Raja. Yoga, l'Unione tra il jiva e atman, è possibile attraverso il significato di chita e il vrittis. Chita È la sostanza mentale, composta da tre elementi: manas (mente), buddhi (intelletto) e ahamkara (ego). Yoga di nana che si è parlato di chita, non solo come la capacità di pensare, ma come il subconscio. La mente subcosciente è il magazzino che ospita tutto ciò che abbiamo fatto, pensato, sentito o detto. Tutto, assolutamente tutto è registrato lì. È come un disco rigido e non muore mai, la vita ci accompagnano nella vita. Persone si suicida sperando di cancellare il disco rigido, ma lo Yoga dice che questo non è possibile e che uno appena inizia nuovamente dove si è fermato. In questo senso lo Yoga ci incoraggia ad affrontare i problemi e non farci sfuggire. Da presuppone che il subconscio contiene entrambe le cose positivo come negativo, ma più sintonia con loro negativo e questi sono, principalmente, che siamo preoccupati.

Il vrittis si tratta di emendamenti al pensiero. Un vritti è qualcosa è possibile identificare te e la maggior parte di noi identificare con la nostra vrittis. Pensieri negativi, come "I 'm miserable", "nessuno mi ama", sono un problema. Se si identifica con la vrittis diventare parte della tua sostanza mentale, manas. Swami Vishnudevananda manas descritto come un banco di sabbia. Diventa un'impronta profonda nella mente che, in sanscrito, si chiama samskara. Ti identifichi con il vrittis quando dici: "Sì, io sono questo". Ma tu sei questo o quello? Cosa stai? Qual è la tua vera natura? Queste sono le domande del Vedanta, dello Yoga Nana. Vostra vera natura è in corso e quando hai questo vidya, questa conoscenza, si può dissipare il vrittis dicendo: "Sono infelice?" No, è solo un sentiero temporaneo".

Pensare il tempo. Se durante i temporali con pioggia e temporali, tempo vorrei dire: "Io sono questo", non sarebbe stato vero, perché il giorno successivo potrebbe essere soleggiata. Il vrittis cambiare come il tempo. Oggi si può sentire tristi, ma domani potrebbero essere la persona più felice del mondo e solo perché qualcuno ti dice, "Oh!, guardare così bene come sono". Le vrittis sono fortemente influenzati da vincoli esterni.

Una volta che abbiamo la conoscenza vrittis può cominciare a controllarli, che vuol dire, lavorare con loro, che li rende satvicos, poco a poco. Come si diventa più satvico, si torna più distaccata e il distacco porta, con il tempo, di nirodha, ha raggiunto lo stato di samadhi, in cui l'Unione è.

Il messaggio profondo di questa seconda strofa è che la possibilità di conseguire la conoscenza dell'atman in Yoga. Solo coloro che tenere la mente aperta alla possibilità di che esiste qualcosa come coscienza cosmica, Brahman, può accettare questa affermazione e questo è, in sé stesso, sadhana o pratica spirituale.

Forme di Chita

Patanjali dice che ci sono cinque forme di chita e possono sorgere in qualsiasi momento, come un velo nella vostra mente, influenzando la chiarezza del nostro pensiero. Questi cinque tipi di vrittis, o impronte, sono come onde che derivano da gettare un sasso in un lago.

La prima forma della mente viene chiamata kshipta, che significa stato distribuito. È lo stato in cui la mente non concentrarsi in qualsiasi momento. Quando si ascolta una conferenza la mente va improvvisamente alla tua famiglia, gli amici, o in un posto lontano. Poi torni e ti rendi conto che tutto questo tempo, la conferenza ha continuato.

Il seguente stato d'animo è muto, uno stato scuro e pigro. Quando uno rimane molto in tamas, senza pensare o discernere in alcun modo.

Di seguito, viskhipta, pensieri sono focalizzati e iniziamo ad avere chiarezza. Non è uno stato emotivo. Viskhipta messa a fuoco sulla logica indipendentemente da altri eventuali stati di mana e chita nella mente. Questo stato è che porta alla concentrazione e meditazione.

Quando ha iniziato Yoga non è molta concentrazione, a causa di anni di pensieri e abitudini negative. È difficile per un principiante di sedersi ancora per un minuto. Rimangono nella posizione della testa sembra un miracolo. Anche se siamo fisicamente in grado di raggiungere una posizione, è molto raro che possiamo rimanere mentalmente in esso. La maggior parte delle persone è kshipta o moodha, o dispersi o pigro. Durante le lezioni di Yoga che vogliono annullare la posizione, girare la testa, guardare al suo vicino di casa o dove si trova l'insegnante. Tuttavia, quando si è in grado, allo stesso tempo godersi la fermezza e il relax in asana, è il momento in cui si verifica il vikshipta, che è la raccolta di kshipta (dispersione).

Il quarto stato è l'acutezza della concentrazione, o un punto ekagrata. In questo stato niente distrarti e ti preoccupi solo di una cosa. Mentre si medita e ripetizione il tuo mantra, se guardate la metropolitana del mantra e il tono del mantra che non è più possibile mantenere la vrittis della mente. Nello stesso modo che se segui la vrittis della mente, non potete seguire misuratore di mantra. Non è possibile concentrarsi su due cose allo stesso tempo.

La Quinta regola è niruddha, la sospensione totale delle attività della mente. Succede quando la mente è completamente ferma, che è l'esperienza del samadhi. Inoltre è denominato ananda, beatitudine assoluta. Niruddha è completa quiete, ma un silenzio in cui si verificano Bliss, samadhi.

Swami Durgananda

SW Duragananda Sivananda Yoga VedantaEra iniziata e addestrato nelle tecniche di yoga di Sri Swami Vishnudevananda (1927-1993), fondatore dei centri e ashram International Sivananda Yoga Vedanta. Come uno dei suoi discepoli più vicini, accompagnato in tanti viaggi sia in Oriente e in Occidente.

Seguendo le istruzioni del suo Maestro, Swami Durgananda stabilito centri Sivananda Yoga Vedanta in Europa. Swami Vishnudevananda ha guidato personalmente la formazione degli insegnanti yoga e con il titolo di "Yoga Acharya" il suo nome come uno dei suoi successori. Con intuizione si profonda, Swami Durgananda guida a molte persone nel modo interiore e insegna meditazione, yoga, nutrizione, pensiero positivo, mitologia e psicologia di filosofia orientale.

Yoga SutraIl Sutra Patanjali sono un manuale completo per l'indagine e il controllo dei nostri pensieri. Una scrittura classica e una guida per olistici aspetti fisici, mentali e spirituali della meditazione.

Le recensioni pratiche e dinamiche di Swami Durgananda Raja Yoga Sutra sono il risultato dell'ispirazione del grande Sri Swami Sivananda e Swami Vishnudevananda Sri Yogi con la sua pratica personale intensa ed esperienza nell'insegnamento per 40 anni.

Collaborazione del Centro internazionale de Yoga Vedanta Sivananda de Madrid

Tel: 00 34 913 615 150

www.Sivananda.org/Madrid

https://www.facebook.com/yoga.sivananda.madrid

https://twitter.com/yoga_sivananda

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su , ,
Da • 24 ottobre 2013 • sezione: Yoga Sutra