Intervista con Lama Tsultrim: "Nutrire i nostri demoni è una pratica di sciogliere i conflitti"

Nutrire i tuoi demoni È un processo sviluppato da Lama Tsultrim Allione in modo che uomini e donne con una prospettiva diversa di risoluzione dei conflitti potrebbero usare compassione e comprensione dei nostri demoni interiori, piuttosto che a proiettarli esternamente. Lama Tsultrim sarà in Spagna per la prima volta dal 7 al 9 novembre, a Barcellona. Intervista Koncha pines-Pey per lo spazio MIMIND.

Tsultrim Allione

Il processo di Nutrire i tuoi demoni Si sviluppa il nostro potenziale di guarigione profonda e permette il passaggio di psiche da integrazione di processi di polarizzazione. Una pratica di grande beneficio per un particolare set di "demoni" personali o collettivi, anche conosciuto come aggiunte, paura, rabbia, problemi del partner, fisici o malattie mentali e altri dilemmi della vita moderna.

Lama Tsultrim Allione presenterà il suo libro Nutrire i tuoi demoni, l'editoriale, lepre di marzo, 7 novembre in Casa del Tibet de Barcelona e poi condotto seminario intensivo di due giorni con la teoria e la pratica del metodo. Vedere a: www.estudioscontemplativos.com

Lama Tsultrim è autore anche di Donne di saggezza. La sua opera letteraria Aggiorna buddismo tibetano. Ha studiato Buddismo e storia delle donne nell'Università di Antioquia. Era la prima donna americana ad essere ordinato da sua santità il 16 ° Karmapa. Essa ha cessato di essere una suora, sposata e fu la madre di quattro figli. È stato riconosciuto da Karma Dorje Rinpoche come emanazione di Machig Labdrön, una donna che ha vissuto nel XI secolo e fondatore del lignaggio Chod. Insegna che il mondo e fondata Tara inviarlo, un rifugio straordinario buddista nelle montagne del Colorado.

Quando penso di buddismo credere nella promessa di Tara?
Questa situazione esprime la situazione delle donne, così chiaro prima d'ora. È una storia che ha avuto inizio quando Mahayana è diventato integrato con Tantra. Essa ci dice che c'era una principessa di nome la saggezza della luna che era molto devota e dato alla meditazione profonda. Quando mi è stato vicino Illuminismo, un Monaco si avvicinò a lei e disse: "Che peccato che abitano il corpo di una donna, perché devi essere Nato come uomo di illuminare voi stessi". La principessa rispose: "qui non c'è nessuno, non ci sono nessuna donna, o qualsiasi essere, né nessuno, né coscienza maschio o femmina..." Tutto è vuoto. Che sciocco e banale sono coloro che ingannano se stessi. "

E ' stato un giuramento?
Sì, chi vuole raggiungere l'illuminazione suprema nel corpo di un uomo sono molti, ma quelli che vogliono servire gli obiettivi degli esseri nel corpo di una donna pochi davvero, di quella promessa che pur essendo in questo mondo, io lavoro a beneficio di tutti gli esseri sensibili sotto il corpo di una donna. Così sono venuto per essere conosciuta come "la grande liberazione".

"Green" liberatorio anche...
Sì, è come il leader spirituale del partito dei verdi, il guardiano delle foreste, veloce recitazione e compassionevole, con un piede nel mondo e un piede in meditazione.

Per fortuna non proviene da un ambiente dove non rispettando le donne...
No, io vengo da una famiglia di donne eseguita, rispettata e stimata, non ho mai sentito che avrei potuto fare qualcosa. Quando ho iniziato a studiare con i tibetani nel 1967, non aveva alcuna conoscenza o esperienza di discriminazione di genere. Ma poi, quando ero una suora, dovuto le povere traduzioni disponibili, aveva solo una generale idea dei voti che avevano preso, era ignorante di irregolari affonda le sue radici.

Il mio risveglio con il sessismo del buddismo è venuto quando sono andato a pochi iniziazioni dati da Dilgo Kkyentse Rimpoche a Tashi Jong, nel 1973. Ci siamo seduti dietro i monaci, tra cui i nuovi ordinati. Sono rimasto sorpreso e sono rimasto deluso... Ho iniziato a pensare

In che cosa?
Quell'anno lasciato le abitudini, non sessismo che ho vissuto, ma perché hanno non visto nessun futuro nell'essere una suora. Ero americano e Chogyan Trungpa chiesto se c'era qualche testo circa il principio femminile e il buddismo e mi ha dato un grande volume su Prajnaparamita. Ma non ho potuto fare nulla con il testo, perché giurisdizione nascere i miei tre figli.

Quando hai iniziato a scrivere?
E ' stato quando ho perso mia figlia nella primavera del 1980; Morì di morte improvvisa. Ho sentito un profondo bisogno che le storie delle donne nutriesen. Avevo bisogno di conoscere le loro vite, le vite degli uomini buddista non valevano me. Ma non riuscivo a trovare qualsiasi storia delle donne, e sono andato a cercarli. Questa ricerca ha provocato il mio primo libro: Donne di saggezza (Lepre di marzo).

Quando mi è stato chiesto da storie di donne illuminate, mi hanno detto semplicemente che non esistessero. "Ah, tu stai cercando storie delle Dakini (femmina realizzazione della saggezza) e non di donne comuni". Quelle storie che ho trovato mi ha ispirato e ha suscitato una maggiore consapevolezza delle donne e questioni di donne nel mondo. Il bilancio di genere è stato il più importante del XX secolo.

Come può prosperare nel buddismo se la metà dei suoi praticanti, donne, voce non si sente?
Quelle voci sono quelli che hanno viaggiato, le voci della nonviolenza, la pace e la protezione della terra. E anche se molti paesi hanno adottato politiche nazionali per la tutela dei diritti e delle donne, è ovvio che molto resta da fare. Negli ultimi anni c'è stato che un grande movimento di uguaglianza promossa da sua santità il Dalai Lama, che sottolinea la necessità per le donne ad assumere la leadership. Sua santità il 17 ° Karmapa è anche impegnata a ripristinare la completa ordinazione delle donne.

A seguito della morte di mio marito, io sono pienamente consapevole del ruolo svolto dal maschio positivo nel nostro mondo, e la cosa importante è di fondare sindacati insieme ecologici. Non solo per le coppie, anche per gli amici, familiari, insegnanti, studenti e paesi. Penso che è molto importante riconoscere e di classificazione per gli uomini che sono attivamente coinvolti nella pienezza e uguaglianza nonché a onorare le donne che hanno sacrificato e combattuto per esso.

Che troviamo il conflitto che circonda i nostri rapporti, anche in luoghi che noi associamo con la pace? Buddha insegna che la violenza genera altra violenza. Come possiamo, e Lama, impegnarsi attivamente nel cambiamento sociale e non farsi prendere in modelli che perpetuano la sofferenza?
Nessuno è perfetto. Tutti hanno paura, siamo avidi, geloso, invidioso, ma chi osa ammetterlo? Fa male ammetterlo. Sembra come se i demoni sono mostri assetati di sangue, noi in agguato e non sono il caso.

Meditazione buddista ci aiuta a diventare consapevoli dei nostri forti tendenze mentali ed emotive che dominano le nostre azioni senza essere visti. Questo pratico - i demoni di alimentazione - è un vero modo per rilasciare l'energia bloccata e sciogliere l'energia del conflitto.

È il nostro demone maggiore l'ego?
Dobbiamo dare compassione per il lato più oscuro di noi, della nostra personalità. Consentono di esprimere, lo capisco, lo accompagnano, parlare con lui. Accettare l'ombra per raggiungere l'individuazione - come ha detto Jung.

Trungpa ha detto che "il buddismo viene a ovest come una psicologia". Davvero Nutrire i tuoi demoni parte di tale premessa?
Il buddismo è più di una religione, piuttosto che una cultura, più di una filosofia e soprattutto in Occidente può aiutare a trasformare la nevrosi della sofferenza che fornisce conoscenza, allontanarci da tabù e la ricerca sulla nostra mente. Poco a poco abbiamo cominciato a scoprire chi c'è dietro il nostro comportamento. Ci accingiamo a sviluppare alcune capacità di focalizzare la mente e lavoreremo il dramma della nostra vita.

Grazie, Lama, incontrarci e accettare l'invito di venire in Spagna. Saremo lieti di apprendimento come "nutrire i nostri demoni".

Presentazione alimentati i tuoi demoni

Quando: 10 novembre alle 13 e 8 novembre ore 20

Organizza: Studi contemplativi www.estudioscontemplativos.com

Dove: Casa del Tibet, Barcellona www.casadeltibetbcn.org

Editore: Lepre marzolina www.liebremarzo.com/

Con la collaborazione di Yoga in rete

Contatto: info@estudioscontemplativos.com


Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su ,
Da • 18 ottobre 2013 • sezione: Intervista