Vivere un buon dado

La prova di che, prima o poi, tutti stanno andando a morire, ha sempre generato in atteggiamenti umani diversi. Poiché la negazione e il rifiuto al suo riconoscimento come misura del valore della vita stessa. Questa opzione è che la Fondazione diretta viene identificata una buona morte.

Buono per morire

Un accompagnamento di qualità a coloro che sono in procinto di morte non solo è il dono più grande della carità che può essere fatto da una sola persona. Anche e soprattutto, ci insegna a vivere con autenticità, o quello che è lo stesso, di essere felice. Ma come può accompagnare per facilitare un buono die? Cosa intendiamo per un buon dado?

Per rispondere a queste domande a noi il Fondazione vivere un buon dado mettere le varie attività che coprono sia la cura e il lavoro formativo. Inoltre ha creato un forum di incontro bi-settimanale per pazienti, familiari, operatori sanitari e agli operatori sanitari in generale di comunicare orizzontalmente, con il massimo livello di autenticità e sincerità e in grado di condividere le rispettive esperienze, in un quadro di squisita accoglienza e rispetto.

Qual è la missione della Fondazione VBM? È lo scopo della Fondazione per promuovere una cultura sociale per facilitare un buon dado e mantenere i valori della cultura di pace e di crescita spirituale, sulla base della amore compassionevole, saggezza ed equanimità, promozione e organizzazione culturale, educativo, salute e attività sociali a beneficio il maggior numero di persone possibile.

Obiettivi della Fondazione

• Promuovere una coscienza sociale per aiutare a vivere una buona morte attraverso un accompagnamento di qualità e una cura palliativa diffusa in tutta la società.

• Persone di treno per rendere una qualità terminalmente accompagnamento; Questa formazione deve essere indirizzata:

  • Personale sanitario ausiliario in ospedali, medici, personale infermieristico, clinica, ecc.
  • Badante in residenze geriatriche, come pure sua forza lavoro.
  • Operatori sanitari nell'ambiente domestico dei malati terminali.
  • Volontariato.

• Facilitare qualsiasi persona di accedere alle cure palliative di qualità, se a casa, negli ospedali o in residenze.

• Migliorare la qualità di cura agli aspetti di psico-emozionale e spirituale dei malati e il loro ambiente familiare, di là di qualsiasi confessione religiosa.

I valori di Fondazione

• Affrontare il tema della morte in sé e l'altro con libertà di coscienza, i dogmi religiosi o culturali. Ogni persona, ogni situazione è unica e solo a diretto contatto con esso, è possibile sentire ciò che è appropriato in ogni momento. Ciò richiede un esercizio di coraggio e di ascolto interiore profonda.

• Imparare a trattare con qualche aspettativa della morte stessa ci insegna a vivere con autenticità e ci aiuta ad essere buoni compagni in cura a coloro che stanno per morire. Vi permetterà di partecipare a con vero rispetto e umiltà, cercando di capire ciò che si può sentire la persona che è in procinto di morire.

• "La paura della morte è proporzionale alla paura dell'amore". "Imparare ad amare è imparare a perdere: amare è accettare i limiti, accettare la propria impotenza e di essere lì, nell'accettazione del reale". Questo è l'atteggiamento sano di affrontare la propria morte e quella degli altri.

• È necessario cura amorevolmente per l'atmosfera in cui la vita della persona si sviluppa stato terminale, quindi è possibile morire in pace, silenzio e serenità, e più consapevole possibile. Così si possono sperimentare suoi momenti finali, che sono sottilmente spirituale, che si conclude con la pienezza dell'esistenza senza disturbo fisico o emotivi materiali eleganti. Questo è Guida di buoni muoiano, Cos'è il più grande atto d'amore che può essere fatto da chiunque.

• Vedi il cure palliative come l'arte di accompagnamento per i buoni muoiano. Contribuire ad alleviare il dolore e disagio fisico è nient'altro che una delle quattro dimensioni di prendere in considerazione: è anche necessario identificare e affrontare esigenze emotive, cognitive e spirituale del paziente terminale e il suo ambiente.

Ulteriori informazioni: http://www.vivirunbuenmorir.es/default.asp

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su
Da • 8 ottobre 2013 • sezione: Generale