Yoga, una terapia per trattare la fibrillazione atriale

I pazienti che soffrono di episodi ricorrenti di fibrillazione atriale (AF) potrebbero ridurre questi episodi cardiaci con la pratica dello yoga. Così dice un recente studio pubblicato nell'ultima edizione di Journal of American College of Cardiology (JACC).

Cuore di uomo

"La fibrillazione atriale è una malattia di cuore che si caratterizza per la" alterazione del ritmo del cuore, produzione di battiti irregolari e scoordinati. "È è dell'aritmia più frequente nel nostro paese", dice il Dr. Miguel Angel García Fernández, Segretario generale aggiunto della società spagnola di cardiologia (SEC).

Lo studio, condotto presso l'University of Kansas Medical Center analizzati 49 pazienti invecchiati 18-80 anni con la fibrillazione atriale parossistica (ricorrente). Durante i primi tre mesi, sono stati trattati con farmaci normali (beta-bloccanti). Durante tutta la fase successiva di tre mesi, questi combinati farmaci con sessioni di yoga di un'ora responsabile di un istruttore professionista, almeno due volte a settimana. Seguivano una routine di dieci minuti di Pranayama (esercizi di respirazione), dieci minuti di esercizi di riscaldamento, mezz'ora di Asana (posizioni yoga) e passato 10 minuti dell'esercizio delle relax.

L'effetto di questa nuova pratica in pazienti era una diminuzione di episodi sintomatici di FA dell'asintomatica nel 50% e 31%. Inoltre, quelli malati visto come ha migliorato la funzione endoteliale e abbassato i loro livelli di pressione sanguigna, infiammazione, ansia e depressione dopo la routine di pratica di yoga morbido (stile Iyengar).

"Dopo aver visto i risultati di questo studio, sembra che l'effetto calmante di yoga sul sistema nervoso è molto utile per i pazienti con fibrillazione atriale parossistica, quindi dovrebbe essere raccomandato come terapia, sempre in modo complementare al trattamento farmacologico e mai sostituire un modo", dice il Dr. García Fernández. "Saranno necessari ulteriori studi per confermare che la pratica dello yoga sarebbe aiutare le persone con fibrillazione atriale per ridurre il farmaco in modo sicuro", spiega lo specialista.

Ridurre il rischio

Un gran numero di pazienti nel nostro paese potrebbe beneficiare di questi risultati, perché come mostrato nello studio OFFERTE, fatto da parte della SEC, 1 milione persone sopra i 40 anni soffrono di questa patologia scomoda e pericolosa.

Come in condizioni normali il cuore si contrae tra 60-100 volte al minuto, in caso di fibrillazione atriale, gli atri diventano beat tra 300 e 450 volte al minuto, risultante in un'accelerazione dell'impulso, che è variabile e irregolare (fino a 150 o 180 battiti al minuto).

La fibrillazione atriale aumenta il rischio di ictus, produce alterazione dell'impulso con palpitazioni e può anche portare a scompenso cardiaco e insufficienza cardiaca. È per questo motivo che la prima scelta di trattamento dovrebbe sempre trattare con controllo rischio it Embolic e l'irregolarità dell'impulso.

Si noti, inoltre, che la fibrillazione atriale è l'aritmia che spesso richiedono l'ospedalizzazione. L'invecchiamento della popolazione sembra indicare che questa malattia raddoppierà nei prossimi 50 anni.

Dr. P. Moon Calatayud
Responsabile del servizio di nutrizione e dietetica
Ospedale universitario di Ribera, Alcira

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su , ,
Da • 10 luglio 2013 • sezione: Salute