Asana: Ardha Matsyendrasana

Questo asana è uno dei pochi che portano il nome dello Yogi che ha inventato, il grande Rishi Matsyendra. Tuttavia la posizione originale è molto difficile e accessibile solo per gli yogi molto avanzati, quindi la media è solo insegnata postura (ardha). Ardha Matsyendrasana spiegato seguendo il testo del libro Imparare lo Yoga, di André Van Lysebeth. Esegui: Maria Ovando, professore della scuola internazionale di Yoga. Foto: Thor Castro.

Ardha Matsyendrasana

Ardha Matsyendrasana variazione

Qui vi offriamo due varianti di yoga di torsione più famosi. André Van Lysebeth nel suo libro Imparare lo Yoga ha spiegato inoltre, classico, con entrambe le gambe piegate. Torsione del tronco e l'azione è la stessa.

Questo asana dovrebbe apparire su tutte le serie di asana; chiude la serie di piegamento in avanti e indietro.

Con braccio di leva che serve, portare la mano sinistra alla gamba destra estesa e provare a riprodurre la tibia, o, meglio ancora, prendere il piede destro. Torsione della colonna vertebrale è sottolineata da un impulso del braccio destro, collocato dietro la schiena, con la mano appoggiata sul terreno. Parte di torsione del sacro per guadagnare progressivamente nel corso dell'articolo, compreso il collo, tramite una rotazione della testa.

Tornare lentamente alla posizione di partenza nella direzione inversa e pratica la postura d'altra parte, pieghevole, di conseguenza, gamba sinistra.

Durante la torsione è la linea delle spalle, per quanto possibile, parallelo al suolo.

Posizione classica

Dopo un breve periodo, lo studente passerà senza difficoltà la posizione classica, che non si discosta dalla posizione della high school, ma dai seguenti dettagli:

(a) la gamba che era diffusa è piegata, al fine di posizionare il tallone contro la coscia.

(b) braccio appoggiato sul pavimento dietro la parte posteriore collega la vita e la mano sta toccando la coscia.

Nella posizione finale per raddrizzare la schiena bene sottolineare la coppia.

Importante

Durante tutte le asana posteriore rimane passiva: ruota le braccia le spalle e la colonna vertebrale è contorto senza resistenza.

Non hanno oscillare la parte inferiore del tronco: deve essere seduto sulle due natiche durante l'intero esercizio.

Rotazione, lenta e progressiva, è effettuato al momento dell'espirazione.

Ruota all'ultimo posto e rimane dritto, con il mento abbastanza dritto.

Occorre ricordare che:

(a) gamba piegata tallone tocca il perineo, mentre il ginocchio rimane nel terreno.

(b) due natiche sono supportate sul tappeto.

(c) la linea delle spalle è orizzontale.

(d) dito di prelevamento il piede sotto l'arco della pianta.

(e) il ginocchio è quasi sotto l'ascella.

(f) la mano del braccio che collega la vita si muove all'inguine e la coscia tocca.

(g) la testa è giusta e lo sguardo è rivolto per quanto possibile alle loro spalle.

Abbiamo insistito sull'obbligo prima di piegare la gamba destra, sostenendo pertanto la coscia destra contro l'addome per opprimere il colon. Questo asana aumenta la peristalsi intestinale e costipazione combattimento. È di agire nel senso di peristalsi che prima devono comprimere il lato destro dell'addome.

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su ,
Da • 11 giugno 2013 • sezione: Asana, Pratica