Intervista a Jordi Morel: "coloro che sono impegnati nello yoga deve conoscere un minimo di Sanskrit"

Molti praticanti e insegnanti di yoga ha scritto i nomi delle posizioni e dei Mantra pronunciate come Dio ci dona per capire (e in Occidente, esso dà noi capire male). Jordi Morel ci dà alcuni molto interessante l'uso delle regole sanscrite.

Jordi Morel

Si tratta di filologo, insegnante di yoga e studente avanzato del sanscrito. Egli ritiene che coloro che si dedicano ad insegnare o coloro che pubblicano i testi sullo yoga hanno la responsabilità di noi stessi, con gli studenti e lettori, ma anche con materiale che lavoriamo. "Lavoriamo con un materiale sormontato da una lingua molto antica, che è il sanscrito yoga. Molti insegnanti e praticanti pronunciati come possono, senza troppa discrezione. Ma c'è una traslitterazione standard del sanscrito nell'alfabeto romano".

Fare Sa? sk? ta-bha? a (Lingua sanscrita) - Jordi spiega - significa "linguaggio perfetto". È un linguaggio molto ben progettato, Advocacia molto bene, con regole molto standardizzate, che è rimasta molto stabile nel corso dei secoli. "Possiamo avere una buona conoscenza della lingua inglese per essere in grado di parlare, ma se leggiamo un testo in inglese del 12 ° o 13 ° secolo, il" Racconti di Canterbury ad esempio, molti potrebbero non capire. Tuttavia, può essere capito esattamente uguale un testo sanscrito del 1 ° secolo o del XII secolo.

Quali nozioni di sanscrito dovrebbero essere un insegnante di yoga?
Credo che chi si dedica allo yoga dovrebbero sapere un minimo di sanscrito, non necessariamente di grammatica. Non è necessario saper parlarlo, ma sì a meno so come si pronuncia il nome di certe posizioni, alcune tecniche e movimenti. E questo è abbastanza semplice se uno ottiene ad esso.

Vorrei sottolineare i Mantra. Molti insegnanti tendono a proporre il Mantra di canto all'inizio o alla fine delle loro classi. Secondo la tradizione sanscrita, non un mantra ha lo stesso effetto se non è correttamente pronunciato.

Che cosa si basa questa convinzione?
In quella lingua, all'inizio del tempo, aveva un'origine divina. Senza andare oltre, secondo il Fare yoga-s? tra e loro commentatori, con Vyasa nella parte anteriore, il suono Om viene direttamente da Dio; significa Dio, isvara, il Signore... Potrebbe essere la parola che vuoi, ma con un senso trascendente. Nella misura in cui il sanscrito ermeneutica e la tradizione indiana crede ciecamente che la grammatica era una via di salvezza.

Chi ha studiato lingue a volte ci chiediamo che cosa serve la grammatica, ma è che una via di salvezza è una credenza molto interessante. Così quella fonte divina dà il significato alle parole; Da qui l'importanza di conoscere loro pronunciare. In realtà il sanscrito come lingua, pochi sapevano che lei si pronuncia. Era ed è una lingua di uso limitato a certi ambienti di Pandit, in discussioni filosofiche, sagge. Sapevano che il significato delle parole e come sono state pronunciate, e solo una casta di persone erano adatti a parlare loro. E con i Mantra è esattamente lo stesso. Recitando il corpo trasforma, è una preparazione per la meditazione.

Suggeriamo, pertanto, sa come pronunciare i nomi comuni in yoga e mantra...
Sì, parole sanscrite che noi insegnanti non sono molti e si potrebbe anche fare un piccolo sforzo per scoprire come vengono pronunciate esattamente. Un esempio evidente sono le posizioni che facciamo in classe. Asana è un nome che in sanscrito è neutro, e lo spagnolo non c' non è nessun genere neutro. Quindi, per impostazione predefinita, le parole sanscrite che sono neutrale in spagnolo si considera maschi. Di conseguenza sono il asanas, non la Asana. È una parola esdrujula che dovremmo dire come tale, come esso contrassegna un segnale lungo (r: Savasana , non Savasanacome comunemente indicato).

Si tratta di qualcosa di molto evidente, ma ci sono Pronuncia di certi suoni, come il retroflejos (tenendo la punta della lingua molto retro del palato: ad esempio) ha in ha?ha-yoga, sotto la t indica la retroflessione), che ci sono difficili perché non abbiamo loro in spagnolo. O aspirazioni, che è molto importante per loro quando recitiamo i Mantra. Non è la stessa si pronuncia SAMADI Che cosa Samad-Ciao (secondo a lungo, h aspirata). Al momento di recitare, non ci sono regole molto severe. Ad esempio, potreste aver visto molte vocali con un accento circonflesso, o come idealmente dovrebbe traslitterare, uno script di cui sopra: Samadhi; Questo significa che devi allungare queste vocali. Altri non hanno. Ad esempio: ed e o sono sempre lunghi; e una vocale che in linea di principio è breve, ma che è seguita da due consonanti, inoltre necessario estenderlo.

Quando recitiamo testi, se è Bhagavad gita o il Yoga-sutraÈ necessario rispettare queste regole. Se sentite qualcuno che recita bene questi testi, sei noterà dove si allunga e si accorcia dove perfettamente.

E ShantiCome scrivere correttamente in spagnolo?
In spagnolo sono un piccoli schiavi della traslitterazione di sistema all'inglese. Shanti, nel relativo primo fonema è palatale, sorda. La scriviamo agli inglesi: SH. Ma non è del tutto corretto traslitterare esso pure. Nella proposta che facciamo (e che appare nel giornale di AEPY (praticanti spagnolo associazione di Yoga), suono trascritto anche:) Santi.

Il grosso problema del sanscrito, per me, è il vocabolario. È un linguaggio che è caratterizzato da polisemia e sinonimia, cioè una stessa parola può significare molte cose, e stessa cosa possa indicare molte parole. Nonostante questa complessità, è un linguaggio che, nel contesto, esso consente di distinguere tra molto bene. Ma penso che questo per i praticanti di yoga non è importante.

Più consigli di insegnanti e praticanti in sanscrito?
Dal momento che stanno avendo molti tipi di posture, che pronunciato rispettano la esdrújulas e la forma allungata (a). Nella recita dei Mantra, sapere come vengono pronunciate quando ne avete bisogno di leggere. Questo sarebbe la cosa più importante. Non è necessario andare molto oltre, perché la grammatica sanscrita non è finito si potrebbe essere la vita studiando ed è un linguaggio che finirebbe sempre dando schiaffi, nella parte superiore e nella parte inferiore, perché sempre qualcosa puoi fuggire.

Ma questo non è importante, insisto, ma to pronuncia e trascritto come meglio possibile, e che si può ottenere. Per trascrivere, è trascorrere un po' di tempo per adattare la tastiera per raccontare con questi segni che hai indicato, e che è facile da risolvere.

Ci sono corsi o laboratori in cui si può avviare e treno?
Io mi sono allenato presso un centro chiamato Devava? i (che significa "lingua dei"), a Barcellona, che oggi insegna sanscrito distanza, prendendo alumonos di tutta la Spagna. Al momento sto lavorando con loro nelle varie attività. Fare Devava? ho è diretto da Miquel Peralta, mio maestro e dispone di un metodo di insegnamento che è molto bene, perché l'insegnamento classico del sanscrito è molto caotica come in l'India tendono ad imparare dalla ripetizione. L'indiano non sarà domande; l'insegnante dovrebbe ripetere che cosa si dice fino a tra. Questo può portare ad un occidentale per bruciare e lasciare lo Studio. Sono molto grato a Miquel Peralta e Laia Villegas, persone che hanno saputo inoculare me il "virus" del sanscrito.

Se va bene con il sanscrito, e sono stato fortunato a stare meglio, che sei rendere il vostro modo fino a quando non arriva un momento dove ti trovi già bene, al livello che si desidera. Io sono ancora di non fare discorsi, ma per me guidare in alcuni testi, allora sì.

Come hai fatto in voi il desiderio di studiare sanscrito?
Io sono un filologo, ma che arrivano a yoga mi sono reso conto che c'era una lingua che è stato per molte posizioni, molte tecniche e molti Mantra. Sono venuto in contatto con il sanscrito attraverso Laia Villegas e avuto la fortuna di finire in Devava il centro? i, che ho trovato subito a mio agio. E ho iniziato a studiare già più grave grammatica. Così stavo entrando la lingua, fino a quando non raggiunge un punto in cui sei dentro il tuo livello per le vostre esigenze.

Sanscrito è molto interessante e non solo per lo yoga. È la zia di spagnolo; Ci sono molte parole che hanno lo stesso tronco. È sviluppato in India più di 3000 anni fa fondamentalmente da casta, al livello deve più religiose e filosofiche. C'è un sanscrito Preclassico che è della Vedas, cui le regole non erano molto fisse. Se si tenta di entrare in sanscrito con la VedasNon è possibile, non è nulla. È preferibile Studio sanscrito classico che già riflette la rivoluzione grammatica introdotta da Pa? ini.

Coloro che sono interessati a studiare il sanscrito, mi raccomando scrivete a www.DEVAVANI.orgdove troverete tutte le informazioni circa i corsi di apprendimento a distanza.

E che cosa puoi dirci della? Yoga-sutra?
Quest'anno sto dando un corso sul Samadhi Pada della Yoga-sutra nel centro Ashtanga Yoga Shala da Barcellona, rivolto agli studenti di Devava? io e per quelli interessati a questo testo, ma non hanno nozioni di sanscrito. Si divide direttamente dal sanscrito (non da una traduzione dell'inglese o spagnolo, che nessun tempo di qualità). Io dare agli studenti la traduzione, tutti i tasti e qualcosa di molto importante per me: un audio di un professore dall'India, Dr. Jayashree, specialista in sanscrito e con ciò continuiamo la Sutra. Una cosa che raccomando a coloro che vogliono studiare il Yoga-sutra: che iniziano con recitazione, sapendo come vengono recitati e che cosa dire e poi fanno una piccola meditazione di 15 o 20 minuti e vedere ciò che l'esperienza. Più tardi andremo più in profondità nei suoi aspetti filosofici, ma penso che la cosa più importante è a partire dalla pratica, come era il mio caso.

Infine, come scrivere più correttamente Patanjali?
La traslitterazione corretta sarebbe Patanjali. Sono le parole che tendono a scrivere meglio.

Jordi Morel è dovuto alla pubblicazione sul sito della AEPY (Associazione spagnola dei praticanti di Yoga) una piccola guida di Sanskrit per praticanti e insegnanti di yoga. Collabora con Miquel Peralta in una nuova edizione del Bhagavad gitaSarà molto presto alla luce. Un altro progetto, più a lungo termine, è quello di offrire una versione spagnola della Yoga-sutra anche traslitterato e tradotto, perché al momento ci.

Fare la grammatica del Pa? ini

Verso l'anno 500 A.C., Pa? ini sviluppato una grammatica molto complessa. Egli ha scritto 4.000 regole e quindi è denominato lingua sanscrita, lingua perfetta)sa sk ta proviene da Sam, che significa "tutto", "full"; e k? ta(, "' finito'," perfezionato"). Queste regole, che rese Pa? ini, raccolti nella sua opera A? adhyayisono molto difficili da capire, e lui è stato raggiunto grazie ai commentatori, un fenomeno molto indiano. C'è una tradizione grammaticale dei commentatori Pa? ini, e da lì abbiamo iniziato a capire come funzionano le regole.

Oggi il sanscrito non è una lingua di uso diffuso o molto meno, anche se ci sono comunità che parlano solo in sanscrito. Ma proprio per questo motivo è rimasta molto stabile nel corso dei secoli, come non ci sono modifiche, influenze, evoluzione. Ma è base di staminali indoeuropee, e tutte le nostre lingue europee, ad eccezione del basco, ungherese e finlandese, discendono da lui.

Essere socievole, Condividi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra RSS per non perderti nulla

Altri articoli su , , ,
Da • 18 mare, 2013 • sezione: Intervista, Mantra